Crea sito

La Marina cinese costruisce un numero incredibile di navi da guerra

H. I. Sutton, Forbes

Mentre la Marina nordamericana vara una manciata di cacciatorpediniere AEGIS ogni anno, la sola immagine in basso del cantiere navale di Shanghai mostra nove navi da guerra cinesi di nuova costruzione. La Marina cinese, nota come PLAN (Marina dell’Esercito Popolare di Liberazione), si modernizza a un ritmo impressionante. E su vasta scala. Un ingrediente chiave è la costruzione di una flotta di grandi cacciatorpediniere, navi d’assalto anfibio e portaerei. La foto in basso, scattata da un finestrino di un aereo il 13 dicembre e condivisa sui social media, riprende l’ampia scala di queste costruzioni.Vicino alla telecamera, una linea di quattro cacciatorpediniere di nuova costruzione alla luce del sole. Due sono i cacciatorpediniere da difesa aerea Tipo 052D, generalmente equivalenti ai cacciatorpediniere AEGIS classe Arleigh Burke della Marina statunitense. Questi dislocano 7500 tonnellate e possono trasportare 64 missili di grandi dimensioni tra cui missili terra-aria (SAM) a lunga distanza e missili da crociera. Le altre due sono navi Tipo 055 più grandi. Queste sono anche descritti come cacciatorpediniere per la difesa aerea, ma raggiungono gli incrociatori per dimensioni e capacità. Questi sono circa il doppio per dislocamento e trasportano oltre 100 missili di grandi dimensioni. Dietro di essi vi è il cantiere con la sua massa di capannoni e gru. Nel bacino dove attraccano le navi più recenti dopo il varo vi sono altri quattro cacciatorpediniere. Ancora una volta sono navi Tipo 052D e Tipo 055. Insieme a un altro Tipo 055 in costruzione a sinistra dell’immagine, questo porta a 9 il numero totale di grandi cacciatorpediniere visibili. Nel contesto, la flotta di cacciatorpediniere della Royal Navy è di sole 6 navi. E questo cantiere fa parte di un programma di costruzione molto più ampio. Vi sono anche alcuni hovercraft che verranno trasportati a bordo della flotta in espansione di navi d’assalto anfibio della PLAN. Saranno utilizzati per il trasporto di carri armati e rifornimenti da navi e coste. Sono generalmente simili agli hovercraft da sbarco (LCAC) della US Navy. Sul lato del bacino, in un bacino di carenaggio, si trova un enorme nave satellitare classe Yuan Wang e/o una nave inseguimento missili. Queste navi che sembrano un transatlantico con una serie di gigantesche parabole satellitari che puntano al cielo. Una volta completata, potrebbe essere utilizzato per supportare i test missilistici. Ma la nave più impressionante è nascosta nella foschia di fondo, appena percettibile all’occhio non addestrato. Sotto diverse enormi gru a cavalletto, in un’area di costruzione apposita, c’è la portaerei cinese di nuova generazione. La Cina ha già due portaerei in servizio, ma si prevede che questa nuova portaerei sarà significativamente diversa. Conosciuta come Tipo 003, si ritiene che abbia catapulte elettromagnetiche come l’ultimo portaerei della classe Ford della Marina nordamericana. Non è previsto il varo prossimamente.
Altri sviluppi non sono visibili nella foto. È lo stesso cantiere in cui fu costruito il misterioso sottomarino senza timone della Cina. Sebbene non fosse chiaramente evidente nella fotografia, potrebbe essere presente nel bacino. Questa immagine dipinge un quadro interessante della modernizzazione navale cinese. Tuttavia il più grande aspetto è che questo cantiere non è il solo. Ce ne sono molti in Cina altrettanto impressionanti. La Marina cinese di oggi e del futuro è cambiata oltre ogni riconoscimento dalla Marina cinese del passato. L’equilibrio navale mondiale muta.

Traduzione di Alessandro Lattanzio