Crea sito

La Cina continuerà a sostenere la Siria nella lotta al terrorismo

Ruah al-Jazeri, SANA, 12 dicembre 2019

La consigliera presidenziale, politica e dei media, Dott.ssa Buthayna Shaban discusse col Viceministro degli Esteri cinese Chen Xiaodong, durante l’incontro a Pechino sulle relazioni bilaterali tra i due Paesi costruite sulla base di amicizia e partenariato. Shaban affermava che Siria e Cina camminano sulla stessa strada coll’obiettivo di spezzare la nozione unipolare e l’egemonia occidentale, indicando che il Forum sui diritti umani sud-sud, tenuto dal governo cinese, rappresenta un passo storico che sarà la base per forgiare la carta internazionale per i diritti umani di riferimento in tutto il mondo e non solo nei Paesi del sud. Shaban osservava che le false accuse degli Stati Uniti sui diritti umani furono smascherate quanto le usano come pretesti per giustificare la scandalosa interferenza negli affari interni di altri Stati, comportando l’adozione di una posizione unitaria di tutti i Paesi del mondo e la definizione di strategie e soluzioni per affrontare l’egemonia occidentale e difendere i diritti usurpati. Affermava che la Siria, sotto la guida del Presidente Bashar al-Assad, crede nel migliorare i passi utili agli interessi di entrambi i Paesi riferendosi alla politica siriana basata sulla svolta ad est e lavorando su legami corroboranti e relazioni amichevoli tra Siria e Cina a tutti i livelli: politico, economico, sociale e culturale.
Xiaodong, da parte sua, affermava che il suo Paese continuerà a sostenere la Siria preservando gli interessi comuni di entrambi i Paesi, in particolare alla luce dell’escalation dell’egemonia occidentale e delle misure unilaterali imposte dagli Stati occidentali contro i nostri Paesi. Espresse la disponibilità della Cina a fornire assistenza economica e sostegno alla Siria e la passione per l’effettiva partecipazione al processo di ricostruzione, aggiungendo che la Cina è alla ricerca di maggiori cooperazione e partenariato in questo settore. Xiaodong espresse la soddisfazione del suo Paese per l’avanzata del processo politico in Siria, apprezzando molto gli sforzi compiuti dalla Siria e dal suo esercito nel combattere il terrorismo in tutte le sue forme ed organizzazioni, incluso il movimento del Turqistan orientale, esprimendo la disponibilità del suo Paese a fornire sostegno in questo settore e affermando la necessità di continuare la cooperazione nella lotta al terrorismo. Xiaodong salutava le posizioni “ferme” annunciate dal governo della Repubblica araba siriana contro la risoluzione emanata recentemente dal Congresso degli Stati Uniti in merito alla regione dello Xinjiang e il sostegno fornito dalla Siria alla Cina al riguardo.

Traduzione di Alessandro Lattanzio