Crea sito

La sconfitta del terrorismo, un’estensione della vittoria di Ottobre

KQ, Syria Times, 6 ottobre 2019

Il popolo siriano celebra oggi il 46° anniversario della Guerra di liberazione di Ottobre, considerato punto di riferimento eccezionale nella storia moderna della nazione araba e brillante esempio di valore, eroismo e gloria. Immediatamente dopo il movimento di correzione, il defunto grande leader, Presidente Hafiz al-Assad, iniziò il processo di ricostruzione dell’Esercito arabo siriano per essere pronto alla lotta di liberazione contro le forze di occupazione israeliane. Il defunto grande leader Hafiz al-Assad costruì la Siria, la modernizzò e ricostruì le sue Forze Armate per liberare il territorio siriano rubato. Il 6 ottobre 1973, gli eserciti siriano ed egiziano ottennero una vittoria schiacciante sull’esercito israeliano. La vittoria inaugurò l’alba di una nuova era e fu una svolta promettente nella vita della nazione araba. Questa grande vittoria ebbe grandi conseguenze a livello locale e internazionale.
La vittoria di ottobre ha costituito una fonte inesauribile di ispirazione per il popolo e l’esercito siriani a fronte delle cospirazioni e trame nate contro la Siria e la nazione araba negli ultimi quattro decenni. Le attuali vittorie sul campo ottenute dall’Esercito arabo siriano costituiscono ovviamente un’estensione delle vittorie nella Guerra di liberazione di Ottobre contro il nemico sionista. L’anniversario della Guerra di liberazione di Ottobre coincide con la battaglia decisiva dell’esercito contro il terrorismo appoggiato dall’estero contro la Siria e la regione nel suo insieme.
Sentendo i resoconti dei successi dell’Esercito arabo siriano nell’eliminazione dei mercenari dei wahhabiti e dei sionisti, i siriani ricordano con grande orgoglio le vittorie delle Forze Armate siriane 46 anni fa nella Guerra di liberazione di Ottobre. La totale fiducia nella capacità dell’Esercito arabo siriano di vincere e distruggere il terrorismo è rafforzata dall’unità dei siriani, che con fermezza affrontano sfide e sanzioni economiche impostigli nel tentativo di minare l’adesione alla patria.
L’anniversario di quest’anno arriva quando l’Esercito arabo siriano è determinato a svolgere il sublime dovere di difendere la patria e sradicare il terrorismo per sventare le cospirazioni anti-Siria nate dall’occidente e con strumenti regionali e arabi. L’anniversario della vittoria di Ottobre è un’opportunità per motivare sviluppo e lotta e per unificare tutti gli sforzi nelle arene locali, arabe, regionali e internazionali per sradicare il terrorismo e risolvere pacificamente la crisi in Siria attraverso un dialogo globale che abbracci tutto lo spettro della società siriana senza alcuna forma d’intervento straniero. La soluzione alla crisi in Siria sarà puramente siriana lungi da interferenza e dettature straniere negli affari interni del popolo siriano.
I sacrifici dell’Esercito arabo siriano e dei martiri che hanno offerto il loro sangue per difendere il suolo della Patria e la dignità del suo popolo saranno fonte di orgoglio e forza per tutti i siriani che avanzano nella lotta e credono nell’inevitabilità della vittoria sul terrorismo e i suoi sostenitori. Il popolo arabo siriano che ha vinto le battaglie precedenti otterrà una nuova vittoria sul terrorismo taqfiro. La vittoria di Ottobre porterà un’altra vittoria in Siria sul terrorismo e il sinistro piano sionista-statunitense che mira a creare una sedizione settaria nella regione e minare il ruolo nella resistenza panaraba della Siria.

Traduzione di Alessandro Lattanzio