Crea sito

La Corea democratica testa il nuovo missile sottomarino Pukkuksong-3

Military Watch, 3 ottobre 2019

Contrassegnando il lancio dell’ICBM Hwasong-15 nel novembre 2017, le Forze Armate della Corea democratica testavano il nuovo missile balistico lanciato da sottomarini. Si ipotizza che il missile sia stato lanciato dalla nuova classe di sottomarini lanciamissili balistici del Paese, presentata nel luglio 2019 e soprannominata Sinpo-C dagli analisti della Corea del Sud, in base al sito di costruzione dei cantieri Sinpo. Mentre la Corea democratica schiera la flotta di sottomarini più numerosa al mondo e, secondo quanto riferito, compiva notevoli progressi nelle tecnologie della propulsione indipendente dall’aria per questi battelli, iniziava a testare i missili balistici lanciati da sottomarini nel dicembre 2014, col Pukkuksong-1, schierato dal sottomarino Gorae. Il Pukkuksong-1 ha un design straordinario e unico che beneficiava della compattezza, uso di composito avanzato e propellente solido per il breve tempo di lancio e un’autonomia di 2500 km. Il missile fu considerato così efficace che un derivato terrestre, il Pukkuksong-2, venne sviluppato poco dopo entrando in servizio nel 2017.
Lo sviluppo del deterrente nucleare sottomarino è da tempo considerato vitale per gli Stati potenzialmente a rischio di un grave attacco da una potenza ostile, in particolare piccoli Stati come Israele e Corea democratica, il primo che avrebbe dispiegato missili da crociera a testata nucleari sui sottomarini della classe Delfin. La gittata dei nuovi missili balistici lanciati da sottomarino della Corea democratica è sconosciuta, ma è probabile includa diverse nuove tecnologie sviluppate nel Paese tra cui una testata di manovra e possibilmente un veicolo di rientro a testate multiple. Coi nuovi missili nordcoreani che dimostrano capacità non solo di eludere le difese missilistiche occidentali, ma anche di eludere il rilevamento, è probabile che l’ultimo programma del Paese includa tecnologie simili. Il nuovo missile appare significativamente più grande del Pukkuksong-1 e dovrebbe avere una portata di molto maggiore, forse oltre 4000 km, che gli consentirebbe di colpire obiettivi a Guam dalle acque coreane e costituire una minaccia per Hawaii, Alaska e terraferma statunitense quando montata sulla nuova classe di sottomarini dall’autonomia superiore. Secondo quanto riferito, il Sinpo-C può trasportare tre missili balistici e, se munito di testate termonucleari, può rappresentare una minaccia serie per la terraferma degli Stati Uniti.
Considerando i recenti progressi compiuti dalla Corea democratica nella tecnologia missilistica e l’importanza dell’attacco a lungo raggio per la deterrenza sottomarina, è probabile che la portata del nuovo missile sia mggiore dei 4000 km necessari per raggiungere Guam, probabilmente 6000 km, che ridurrebbe la permanenza in mare del sottomarino e renderebbe gli attacchi sulla terraferma degli Stati Uniti molto più facili.

Traduzione di Alessandro Lattanzio