Crea sito

La Cina testa un nuovo missile da crociera supersonico

Paul Antonopoulos, FRN 29 settembre 2019

Una gaffe dei social media dell’Esercito popolare di liberazione della Cina potrebbe aver permesso ai netizen di sbirciare su ciò che alcuni osservatori ritengono sia l’ultimo missile da crociera supersonico cinese. L’account del social network Weibo dell’Esercito di liberazione popolare pubblicava un video dei lanci missilistici condotto da Pechino in vista del 70° anniversario della Repubblica popolare cinese, il 1° aprile. Pochi istanti dopo, il videoclip di 65 secondi fu rimosso e ricaricata con una modifica sostituendo il test visto al minuto 0:16. Il video mostrava il lancio di ciò che sarebbe un nuovo tipo di missile da crociera supersonico. Un esperto di munizioni spiegava al South China Morning Post (SCMP) che il breve videoclip del missile rivela stabilizzatori dorsali più sottili, propulsori e stabilizzatori di coda pieghevoli, tradizionalmente utili per volare oltre la velocità del suono e raggiungere lunghe distanze. “Il nuovo missile avrà probabilmente un’autonomia di oltre 1000 km”, aveva detto. Inoltre, va notato che non è la prima anteprima di ciò che emergerà nella grande parata militare del 1° ottobre a Pechino. Un velivolo supersonico senza pilota nuovo di zecca fu mostrato su un camion prima della sfilata per la celebrazione del 70° anniversario della Repubblica popolare cinese. Secondo gli esperti militari, il drone stealth di 10 metri potrà sganciare 2 tonnellate di bombe, avrà una lunga autonomia e non dovrà atterrare per 48 ore. Il velivolo senza pilota fu mostrato a una prova per la parata del 70 ° anniversario della Repubblica popolare cinese del 1° ottobre, secondo il tabloid Daily Star..
La Parata per i 70 anni della Repubblica Popolare presenterà missili balistici nucleari e convenzionali, come gli ICBM DF-41, il primo missile intercontinentale pesante cinese poter coprire l’intero territorio degli Stati Uniti. Inoltre, il WZ-8, drone di ricognizione supersonico, dovrebbe partecipare alla parata militare.

Traduzione di Alessandro Lattanzio