Il nuovo caccia Su-57 oblitera il monopolio statunitense sugli stealth

Joaquin Flores, FRN 7 luglio 2019

Il governo russo firmava un contratto con Sukhoj per 76 aerei Su-57 da consegnare nel 2028. Saranno formati tre squadroni, scrive Stern riferendosi alla dichiarazione del Ministero dell’Industria e del Commercio russo Denis Manturov. Il nuovo Su-57 è più efficiente in carburante e quindi ha un’autonomia maggiore, dall’importanza strategica fondamentale. Inoltre, il suo costo significativamente inferiore alle alternative statunitensi lo rende molto più attraente. Dato che la Russia non lega accordi economici o geopolitici al modello di vendita globale delle armi, i governi sono molto più propensi a considerare questi velivoli rispetto a quelli degli Stati Uniti. I prodotti nordamericani, che hanno sofferto recentemente per qualità, sono considerati troppo costosi rispetto a quelli della Russia, e inoltre vengono forniti con molte stringhe. Nel 2028, un caccia stealth tedesco-francese promettente sarà ancora in fase di sviluppo. Quindi, fino ad allora, in situazioni di emergenza, gli aerei russi affronteranno Eurofighter piuttosto datati, significativamente inferiori per caratteristiche tecniche. Il Su-57 è il primo velivolo stealth nella storia dell’industria aeronautica russa, riferiva Stern.
Questa tecnologia non rende l’aereo invisibile, come comunemente si crede: diventa difficile da rilevare al radar. Al momento, il leader assoluto nel campo della “furtività” sono gli Stati Uniti, e i loro concorrenti, come Russia e Cina, sviluppano mezzi in grado di resistere a questa tecnologia. Secondo la pubblicazione, nel 2019 e 2020 altri due prototipi di Su-57 andranno all’Aeronautica russa; dopo i loro test inizierà la produzione in serie. I ritardi nella realizzazione del progetto sono associati allo sviluppo del nuovo motore “Product-30” dell’Associazione scientifica e produttiva “Saturn”. Secondo Stern, questo motore è più potente dei precedenti e allo stesso tempo consuma meno. Lo sviluppo dei caccia di quinta e sesta generazione è cruciale se la Russia intende espandere l’esportazione di armamenti, ritiene Stern. Se il prezzo indicato dai media russi è corretto (31 milioni di dollari a copia), il Su-57 sarà una delle offerte più redditizie sul mercato degli armamenti, secondo Stern. L’interesse per l’aereo è stato già dimostrato da India, Iran e Turchia.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Gli USA cedono alla Cina sull'Iran Successivo L'infatuazione di Washington per il MEK