Il mondo va ben oltre Stati Uniti e occidente

Global Times, 13/6/2019

Il Presidente Xi Jinping concludeva una visita ufficiale in Russia e si recava per l’Asia centrale per visite di Stato in Kirghizistan e Tagikistan. Xi parteciperà al vertice dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO) a Bishkek, in Kirghizistan, e alla Conferenza sulle misure di interazione e rafforzamento della fiducia in Asia (CICA) a Dushanbe, in Tagikistan. Le intense interazioni tra i leader hanno un grande significato per l’intera regione e costituiscono un esempio per il mondo del nuovo tipo di relazioni internazionali. L’Asia centrale è il luogo di origine della Belt and Road Initiative (BRI) e della SCO. Sia Kirghizistan che Tagikistan sono fondatori della SCO e i primi Paesi a sostenere e aderire alla BRI. Il Tagikistan fu il primo a firmare un accordo di cooperazione con la Cina sulla Cintura economica della Via della seta . La visita di Xi nei due Paesi non solo migliorerà le relazioni tra Cina e Kirghizistan e Tagikistan, ma promuoverà anche la costruzione e lo sviluppo della BRI e della SCO.
Si può facilmente vedere che gli Stati Uniti non aderiscono a BRI o SCO. Washington persino gli si oppone. Anche se altri Paesi occidentali hanno qualche dubbio, BRI e SCO comunque raggiunsero risultati mondiale in pochi anni, riflettendo forte vitalità e potenziale di sviluppo. Il successo da ispirazione storica alla politica internazionale.
Primo, Stati Uniti ed occidente non sono le uniche parti del nostro enorme mondo. Lo sviluppo del mondo non occidentale rimase indietro rispetto a quello occidentale. I Paesi non occidentali sono dominati nel sistema internazionale. Di conseguenza, l’occidente ne ignora interessi, richieste e persino esistenza. BRI e SCO mostrano al mondo che oltre all’occidente, c’è un enorme palcoscenico carico di vitalità e possibilità. Dato che la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti attira attenzione e preoccupazione del mondo, si dovrà essere visionari per uscire dai limiti imposti dalla mentalità ottusa degli Stati Uniti.
Secondo, un nuovo modello di relazioni internazionali, pieno di saggezza orientale, è dietro l’angolo. Paesi grandi e piccoli possono collegarsi su un piano di parità e condividere rispetto e benefici reciproci. I Paesi con valori e sistemi politici diversi possono costruire partnership piuttosto che alleanze. Una comunità dal futuro condiviso per l’umanità non è solo uno slogan, ma può anche essere realizzata. Guidati da questa filosofia, le relazioni tra Cina e Kirghizistan e tra Cina e Tagikistan raggiungono il culmine nella storia. BRI e SCO continuano ad avanzare nonostante la freddezza di Stati Uniti e Paesi occidentali.
In terzo luogo, né BRI né SCO sono esclusivi. Sono aperti e amichevoli verso Stati Uniti ed occidente. Washington è vigile contro di essi e la ragione principale è la sua mentalità da competizione geopolitica. Se gli Stati Uniti non possono cambiare tale mentalità, considererà piccoli Paesi come Kirghizistan e Tagikistan delle pedine, presumendo che anche la Cina abbia la stessa mentalità. Molti conflitti nel mondo sono causati dal diverso pensiero strategico. BRI e SCO furono proposti dalla Cina. Questo è l’importante contributo della Cina alla governance mondiale ed è condiviso dal mondo. Poiché il protezionismo commerciale e l’unilateralismo hanno impatti inauditi su libero commercio e multilateralismo, BRI e SCO mostrano il loro eccezionale valore. Un giorno futuro, il mondo apprezzerà sinceramente gli sforzi della Cina.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Il colpo dell'Aurora: Putin annuncia la guerra Successivo Gli USA impossibilitati a fare pressione sull'Iran