La Daga di Putin

Military Watch, 16 maggio 2019

Secondo quanto riferito, il Presidente Vladimir Putin ispezionava alcune delle più nuove e potenti piattaforme d’attacco a lungo raggio dell’Aeronautica Militare: gli intercettori MiG-31K armati con missili balistici ipersonici Kh-47M2 Kinzhal. Il MiG-31K è una modifica del MiG-31, il primo aviogetto da combattimento dell’Unione Sovietica ad integrare capacità quarta generazione, missili aria-aria a lungo raggio e velivolo più veloce della sua generazione. Mentre il MiG-31 era inizialmente specializzato nel combattimento aereo, oggi la maggior parte della flotta è equipaggiata con missili aria-aria R-33 da 300 km di raggio e R-37 ipersonici da 400 km di raggio, insieme ad armi più leggeri come l’R-77 con gittata da 110 km. Da allora furono sviluppate versioni sia per la caccia satellitare che antimissili balistici. Il MiG-31K fu sviluppato appositamente come piattaforma di lancio per il Kh-47M2, missile annunciato dal Presidente Putin nel marzo 2018, entrato in servizio poche settimane dopo. L’aeromobile è una versione modificata del MiG-31BM, variante modernizzata del caccia, che secondo quanto riferito è 2,6 volte più efficiente dell’originale. Alcuni aggiornamenti includono l’integrazione di nuovi sistemi di guerra elettronica e un nuovo computer Baget 55-06, un raggio di rilevamento maggiore, di 320 km, di obiettivi delle dimensioni di un caccia, e compatibilità col missile R-37.
L’elevata mobilità e velocità del Kinzhal, stimata tra Mach 8 e 10, gli consente di eludere tutti i sistemi di difesa aerea esistenti effettuando attacchi di precisione usando testate nucleari o convenzionali specializzate. Il missile ha una gittata di 2000 km, ed è stato pubblicizzato come probabilmente l’arma “carrier killer” più letale del mondo, col carico utile combinato a pura velocità d’impatto e precisione, permettendogli di devastare tutte le navi da guerra esistenti con un singolo colpo diretto. Mentre il missile è schierato anche dai bombardieri di teatro Tu-22M russi, la velocità e la tangenza ineguagliate del MiG-31 gli consentono di impartire molta più energia al Kinzhal al momento del lancio. Mentre il bilancio della difesa della Russia continua a contrarsi e i fondi sono concentrati a stimolare la crescita dell’economia, le Forze Armate della Russia sono sempre più costrette a rispondere con sistemi asimmetrici sofisticati come il Kinzhal, altamente convenienti considerandone le capacità di cambiare il quadro, quindi visti come investimento più urgente di molti altri mezzi convenzionali come carri armati di quarta generazione ed aerei da caccia di quinta generazione.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente La Russia acquisirà 76 caccia Su-57 Successivo Stati Uniti e Venezuela: il quadro storico