Una potente Marina cinese è garanzia di pace nel Mar Cinese Meridionale

Global Times, 7/5/2019

Il 6 maggio, due navi da guerra statunitensi solcavano le acque adiacenti Nanxun Jiao e Chigua Jiao delle isole Nansha della Cina senza il permesso del governo cinese. Questa era la terza provocazione quest’anno da parte di navi da guerra statunitensi nel Mar Cinese Meridionale. Ogni volta avveniva con la scusa della cosiddetta libertà di navigazione. Non importa quante volte le navi da guerra statunitensi solchino il Mar Cinese Meridionale, non cambieranno la sovranità delle isole e delle barriere coralline della regione, né indeboliranno l’effettivo controllo della Cina su isole e barriere coralline collegate. Inoltre, non possono disturbare il ritmo della presenza della Cina su isole e barriere coralline nel Mar Cinese Meridionale. Nel Mar Cinese Meridionale, Washington continua a confondere le acque. La Marina dell’Esercito Popolare di Liberazione (PLA) aveva appena celebrato il 70° anniversario della fondazione. Sebbene le navi da guerra statunitensi fossero assenti, i Paesi del Mar Cinese Meridionale come Filippine, Vietnam, Malesia e Brunei inviavano navi da guerra e delegazioni per celebrare l’evento, dimostrando la volontà di coesistere pacificamente con la Cina. Senza l’interferenza di estranei, gli Stati del Mar Cinese Meridionale possono affrontare le controversie e mantenere pace e stabilità della regione.
Washington cercava con insistenza e sperando un conflitto sulle dispute del Mar Cinese Meridionale, considerandolo mezzo di contrattazione nel suo gioco con Pechino. Le nazioni del Mar Cinese Meridionale capivano presto le intenzioni degli Stati Uniti. Gli effetti delle mosse statunitensi svaniscono di continuo. Persino i piccoli Stati sovrani non vogliono essere pedine di grandi potenze. Lo sviluppo è la priorità di tutte le nazioni nel Mar Cinese Meridionale. Gli Stati Uniti che destabilizzano la regione sono sempre più impopolari. Finché la Cina e questi Paesi mantengono una cooperazione reciprocamente vantaggiosa, pace e sicurezza rimarranno nel Mar Cinese Meridionale. Le provocazioni delle navi da guerra statunitensi sono un avviso al popolo cinese. I viaggi delle navi da guerra statunitensi trasmettono l’opposizione degli Stati Uniti all’ascesa della Cina. Noi cinesi non possiamo ignorarlo e avviamo bisogno di saggezza e forza per affrontarlo. Ci ricorda anche che c’è ancora un divario tra la forza della Cina e degli Stati Uniti. D’altra parte, la Cina cresce rapidamente, suscitando allarme e contenimento negli Stati Uniti, ricordandoci necessità ed urgenza di rafforzare le forze navali cinesi. Solo se la Marina cinese sarà sufficientemente forte, le navi da guerra nordamericane non oseranno entrare nelle acque della Cina mostrando i muscoli. Una potente Marina cinese è la garanzia di pace e stabilità del Mar Cinese Meridionale e persino del mondo intero. Le navi da guerra statunitensi continueranno ad apparire nel Mar Cinese Meridionale. Tuttavia, i loro viaggi avranno significato più simbolico che reale. Noi cinesi abbiamo dobbiamo solo bisogno restare calmi. È certo che la Cina avrà più iniziative nella sua area al largo.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente L'accerchiamento del Venezuela: una follia di Trump Successivo Come i pionieri sovietici combatterono nella Grande Guerra Patriottica