Il Venezuela vince: gli Stati Uniti riprendono l’acquisto di petrolio venezuelano

el-Caminante 10 aprile 2019

Viene riportata la ripresa dell’acquisto di petrolio venezuelano da parte degli Stati Uniti d’America, questo significa un nuovo trionfo per la Rivoluzione Bolivariana. La fornitura di petrolio venezuelano negli Stati Uniti nella settimana conclusasi il 5 aprile, raggiungeva 139000 barili al giorno. Nelle tre settimane precedenti, l’importazione fu pari a zero barili, secondo il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration del dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. Secondo i dati del rapporto, un anno fa (durante la settimana chiusasi il 6 aprile 2018) le consegne di petrolio venezuelano negli Stati Uniti furono di 631000 barili al giorno, quindi relativamente un calo attuale di 4,5 volte o 78%. Dall’11 al 29 marzo di quest’anno, secondo le statistiche, non c’erano rifornimenti di petrolio venezuelano negli Stati Uniti. Prima, gli acquisti effettuati nella settimana fino all’8 marzo raggiunsero i 112000 barili al giorno.
Il 28 gennaio, Washington annunciava sanzioni contro la compagnia petrolifera di Stato venezuelana PDVSA. Le misure restrittive comprendevano il congelamento di circa 7 miliardi di dollari in attività che la società mantiene nel territorio degli Stati Uniti, a cui si aggiunge una perdita stimata di 11 miliardi di dollari nelle esportazioni nei prossimi anni. Caracas condannava tale passo degli Stati Uniti, definendolo “furto spudorato”. Mosca paragonava il congelamento dei beni della PDVSA a “una rapina per mettere il Venezuela in ginocchio”.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Il Venezuela ribatte agli insulti di Pence all'ONU Successivo Sabotaggio elettrico per armare la "Contra" in Venezuela?