La Cina aumenta la cooperazione finanziaria con la Germania mentre gli USA chiudono le porte

Global Times, 25/3/2019

È una tendenza inevitabile per la Cina rafforzare la cooperazione finanziaria bilaterale con la Germania, mercato finanziario attraente tra i Paesi dell’UE che può essere parallelo al mercato del Regno Unito, affermava un esperto cinese. L’osservazione seguiva una dichiarazione sul sito della China Securities Regulatory Commission (CSRC) che affermava che l’ente di vigilanza cinese aveva firmato un memorandum d’intesa con la controparte in Germania, l’autorità federale di vigilanza finanziaria, sulla cooperazione normativa su derivati e scambio di informazioni il 18 marzo a Francoforte. Il memorandum è una componente importante e integra il memorandum sulla Securities Futures Regulatory Cooperation, la cui firma era testimoniata dal Vicepremier cinese Liu He e dal Vicecancelliere e ministro delle Finanze Olaf Scholz a gennaio a Pechino, quando si ebbe il secondo vertice finanziario del dialogo Cina-Germania. Il memorandum firmato a gennaio era un aggiornamento del documento originale stipulato da Cina e Germania nel 1998. Il documento di marzo promuoverà una cooperazione pragmatica che coinvolga i mercati dei capitali dei due Paesi, fornirà garanzie sulla cooperazione normativa bilaterale e guiderà lo sviluppo dello scambio internazionale Cina-Europa (CEINEX), segnando una nuova fase della cooperazione normativa tra Cina e Germania, secondo la dichiarazione. CEINEX fu istituito nel 2015 sotto l’egida dei due governi e la sua maggioranza è di proprietà della Borsa di Shanghai e della Deutsche Boerse.
Il produttore di elettrodomestici Qingdao Haier Co dava il via al progetto D-share, D for Deutschland, sul neonato CEINEX con sede a Francoforte nell’ottobre dello scorso anno, divenendo la prima azienda cinese a farlo. Dong Dengxin, direttore del Finance and Securities Institute all’Università di Wuhan, dichiarava al Global Times che i due Paesi hanno stabilito le basi per la cooperazione finanziaria su quotazioni, scambi e regolamentazione delle azioni D-cross. “È naturale che i legami finanziari tra Cina e Germania si rafforzino man mano che gli Stati Uniti chiudono le porte ed inoltre la Germania, importante entità economica dell’UE i cui mercati finanziari possono essere pari a quelli del Regno Unito, è l’ideale partner finanziario della Cina”, aveva detto Dong. Come il Regno Unito, la Germania si aspetta di beneficiare dal mercato dei capitali cinese con un programma simile al Shanghai-London Stock Connect. Peter Estline, sindaco della City of London, aveva detto che la città spera di rafforzare ulteriormente la cooperazione con Shanghai nel programma Shanghai-London Stock Connect, commentando l’incontro col sindaco di Shanghai Ying Yong, secondo quanto riportato dal Securities Daily.
“Cina e Germania introdurranno anche il loro schema di connessione basato sull’esperienza del Shanghai-Londra Stock Connect, nel prossimo futuro, poiché i due Paesi hanno ampi margini di cooperazione nel mercato dei capitali”, affermava Dong. Il settore finanziario cinese continua ad aprirsi, offrendo opportunità agli investitori globali, anche della Germania. Lo scorso novembre, la Cina concesse all’azienda assicuratrice tedesca Allianz il permesso di costituire la prima compagnia di assicurazione interamente di proprietà straniera nel Paese.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Una "cintura e strada" iraniana-siriana Successivo Prosur, Plan Condor II: America Latina minacciata