Xi Jinping: Avanzare insieme verso lo sviluppo comune

Xinhua, 23/3/2019

Un articolo firmato dal Presidente Xi Jinping, intitolato “Avanzare insieme verso un Comune Sviluppo”, veniva pubblicato sul quotidiano Le Figaro in vista della sua visita di Stato in Francia:
Avanzare insieme verso lo sviluppo comune
Xi Jinping, Presidente della Repubblica popolare cinese

Invitato dal presidente Emmanuel Macron , presto farò la mia seconda visita di stato in Francia.
Cinque anni fa, in una primavera tiepida, feci la mia prima visita di Stato in Francia, mentre i due Paesi celebravano il 50° anniversario delle relazioni diplomatiche. Ci diede l’opportunità di rivedere il passato, pianificare il futuro e aprire una nuova era di stretta e duratura partnership strategica globale tra i due Paesi. Cinque anni dopo, di nuovo in una stagione primaverile in fiore, devo fare un’altra visita in Francia. Mi fa molto piacere vedere che la relazione Cina-Francia è piena di energia e rigogliosa. In questa visita, porterò con me buona volontà verso la Francia. Tale benevolenza si basa sull’ammirazione sia del popolo cinese che di me stesso per la splendida storia e cultura e il fascino unico che la Francia ha da offrire. È anche ispirato da come le nostre due grandi culture si sono impegnate e illuminate a vicenda. Porterò con me un’amicizia speciale nei confronti del popolo francese. Tale amicizia è radicata nei legami amichevoli di vecchia data tra i nostri due Paesi e rafforzata dalla vicinanza tra i nostri popoli con rispetto e fiducia reciproci. Porterò con me grandi aspettative per l’ulteriore crescita della nostra relazione bilaterale. Trovo le ragioni di tali aspettative dai nostri 55 anni passati di mutuo appoggio e cooperazione, e ancor più dal grande potenziale e dalle prospettive future delle nostre relazioni bilaterali.
– Stiamo facendo progressi costanti nel far avanzare le nostre relazioni. Ho instaurato un buon rapporto di lavoro col presidente Macron attraverso incontri, telefonate e corrispondenza. Le due parti hanno approfondito la reciproca fiducia politica, intensificato gli scambi ad alto livello e mantenuto comunicazione e coordinamento di alta qualità attraverso i 30 e più meccanismi di dialogo e consultazione nei settori strategico, economico, finanziario, culturale e di altro tipo. Abbiamo sviluppato punti di vista comuni su importanti questioni internazionali, realizzato una solida cooperazione sotto le Nazioni Unite, il G20 e altri quadri e lavorato congiuntamente per la soluzione pacifica di crisi regionali, svolgendo i nostri importanti ruoli nel sostenere pace, stabilità e sviluppo globali. Lavorando insieme per la conclusione e l’attuazione dello storico accordo di Parigi, i nostri due Paesi hanno aperto la strada alla risposta globale ai cambiamenti climatici.
– Stiamo rendendo più grande la torta dei nostri interessi convergenti. In un breve arco di cinque anni, il nostro commercio bilaterale si è espanso di oltre 13 miliardi di dollari, e gli investimenti reciproci sono aumentati di oltre 20 miliardi di dollari. La carne bovina francese e altri prodotti agricoli di qualità sono sempre più popolari tra i consumatori cinesi. Il reattore nucleare Taishan 1, realizzato con la collaborazione Cina-Francia, è la prima unità EPR (European Pressurized Reactor) al mondo attivata. La centrale nucleare di Hinkley Point, notevole progetto trilaterale tra Cina, Francia e Gran Bretagna, ha avuto un buon inizio. Il satellite oceanografico Cina-Francia (CFOSat) è in orbita. Stiamo sfruttando il nostro potenziale nella cooperazione su sviluppo sostenibile, finanza, medicina e salute e in altri campi. Con la crescita della nostra cooperazione nei mercati terzi, compiamo buoni progressi nella congiunta Iniziativa Fascia e Via.
– Stiamo cementando le fondamenta della nostra amicizia. Con 102 gemellaggi tra province e città, i due Paesi hanno sviluppato una fitta rete di scambi e cooperazione intranazionali. Nel 2018, quasi 40000 studenti cinesi studiavano in Francia, più di 100000 studenti francesi studiavano cinese e un numero record di turisti cinesi visitava la Francia. Parigi ha più voli diretti per la Cina della maggioranza delle altre città europee. Come una miriade di piccoli corsi d’acqua che convergono in un fiume possente, i vari collaboratori e scambi culturali hanno arricchito la nostra amicizia. La primavera è la stagione della semina. Durante la mia visita, oltre a raccogliere i frutti della nostra crescente relazione negli ultimi cinque anni, non vedo l’ora che le due parti lavorino insieme per gettare il seme della speranza per una futura cooperazione.
Come ho detto, Cina e Francia sono amici speciali e partner vincenti. Il mondo subisce importanti cambiamenti raramente visti in un secolo e l’umanità si trova in una fase critica di sviluppo. Le sfide e i rischi che affrontiamo sono sempre più complessi e le opportunità che potremmo cogliere sono altrettanto inedite. In qualità di partner strategico globale della Francia, la Cina continuerà ad andare avanti al fianco della Francia. Spero che le due parti colgano l’opportunità storica, affrontino le sfide con sforzi congiunti e approfondiscano la mutua fiducia strategica al fine di ampliare l’orizzonte per il nostro sviluppo comune e la prosperità condivisa.
Per riuscire in questo sforzo, è molto importante che mettiamo in atto quattro principi chiave:
Indipendenza. Guidati da spirito d’indipendenza 55 anni fa, Cina e Francia presero l’iniziativa rompendo le barriere della Guerra Fredda e avvicinandosi. Dobbiamo rimanere fedeli a questo spirito mentre affrontiamo una situazione internazionale fluida e crescente protezionismo e unilateralismo. Dobbiamo rimanere nel corso invece di andare alla deriva con la marea. Dobbiamo sostenere la nostra indipendenza e mostrare rispetto reciproco e continuare a essere d’esempio per i Paesi con diversi sistemi sociali, contesti culturali e fasi di sviluppo che convivano in amicizia e cooperazione. In questo modo, contribuiremo con la nostra condivisione alla multipolarità e a una maggiore democrazia nelle relazioni internazionali.
Apertura mutualmente vincente. Sia Cina che Francia sono grandi nazioni che amano la tradizione dell’apertura e lo spirito di cooperazione. La Cina ha attuato riforme e aperture per 40 anni e si aprirà ancora in futuro. Spero che i nostri due Paesi continueranno insieme a respingere inequivocabilmente il protezionismo, sostenere un’economia mondiale aperta e rendere la globalizzazione economica più aperta, inclusiva, equilibrata e benefica per tutti. La Cina spera di lavorare con la Francia per approfondire la cooperazione a tutto tondo nelle aree tradizionali dell’energia nucleare, aeronautica e aerospaziale, sviluppare nuove aree di cooperazione come agricoltura ed innovazione tecnologica e compiere progressi maggiori nella nostra cooperazione nell’ambito dell’Iniziativa Fascia e Via e nei mercati terzi. Diamo il benvenuto alla Francia al China International Import Expo e vogliamo importare più prodotti e servizi francesi di alta qualità per soddisfare le crescenti esigenze del popolo cinese per una vita migliore. Speriamo che più aziende francesi scelgano di investire e fare affari in Cina per condividere le opportunità di sviluppo del Paese. Speriamo anche di vedere le imprese cinesi fare meglio in Francia e contribuire maggiormente allo sviluppo economico e sociale della Francia.
Inclusività e apprendimento reciproco. I progressi della storia umana dimostrano che gli scambi e l’apprendimento reciproco tra civiltà hanno reso il nostro mondo un luogo più colorato e dotato del potente sostegno della cooperazione tra paesi e nazioni. Come rappresentanti delle culture orientali e occidentali, Cina e Francia celebrano la bella tradizione di essere aperti e inclusivi. Spero che i nostri due Paesi facciano progressi maggiori nella cooperazione in materia di cultura, turismo, istruzione, sport e affari giovanili, e a livello subnazionale speriamo di vedere la nostra cooperazione svolgere un ruolo esemplare nel guidare cultura e popoli verso gli scambi tra Cina e occidente.
Un forte senso di responsabilità. Quello che è successo negli ultimi 55 anni mostra che Cina e Francia, lavorando insieme, potrebbero fare la differenza. In un momento in cui l’umanità si trova in una fase critica dello sviluppo, i principali Paesi devono affrontare la sfida. Cina e Francia sono membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Cina spera di rafforzare il coordinamento con la Francia per salvaguardare il multilateralismo e sostenere le norme di base che governano le relazioni internazionali come sostenuto da scopi e principi della Carta delle Nazioni Unite. Dobbiamo aiutarci ad affrontare le sfide, promuovere la prosperità e la stabilità globali e costruire una comunità con un futuro condiviso per l’umanità.
I cinesi credono che “un viaggio di mille miglia inizi con un primo passo”, mentre Victor Hugo disse che “quel poco tempo basta a cambiare tutto”. Ora siamo a un nuovo punto di partenza. Lasciamo che Cina e Francia si uniscano e procedano su un percorso comune verso nuovi e maggiori risultati nella cooperazione Cina-Francia.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Unità di battaglia e profondità strategica Successivo Arresto di Marrero, sfondo dell'operazione Libertad