La Cina aumentarà il budget della difesa

Liu Xuanzun, Global Times, 12/2/2019

Gli Stati Uniti citano la “minaccia cinese” per giustificare un aumento delle spese militari: esperto

Mentre la Cina continua a portare avanti la riforma militare per la modernizzazione nell’ambiente di sicurezza internazionale imprevedibile e instabile, nel 2019 il Paese vedrà l’aumento costante del bilancio della difesa a circa 1,2 trilioni di yuan, secondo gli esperti militari cinesi. La cifra dovrebbe essere decisa alle due sessioni annuali all’inizio di marzo. È ragionevole che la Cina aumenti il bilancio per la difesa man mano che l’economia cresce, secondo gli analisti. Il costante aumento del budget della difesa è vantaggioso per mantenere la capacità operativa dell’Esercito di Liberazione Popolare (ELP) modernizzando armamenti ed equipaggiamenti, affermava un esperto militare al Global Times, notando un aumento stabile dell’8-9% dal 2018 come previsione ragionevole. Facendo eco all’esperto, Wei Dongxu, analista militare di Pechino, dichiarava al Global Times che il budget per la Difesa della Cina nel 2019 sarà di circa 1,2 trilioni di yuan e che l’aumento non supererà probabilmente il 10 percento. Il budget per la Difesa del 2018 era stato di 1,11 miliardi di yuan, con un aumento dell’8,1% rispetto al 2017, riferiva l’agenzia Xinhua nel marzo 2018. Il rapporto al 19° Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese chiariva l’obiettivo del progresso militare della Cina: “Entro il 2020, la meccanizzazione militare sarà sostanzialmente raggiunta, coll’applicazione dell’IT arrivare molto lontano e le capacità strategiche vedere un grande miglioramento”. Il rapporto menzionava anche che entro il 2035 la modernizzazione della Difesa e delle forze nazionali della Cina sarà sostanzialmente completata; e che entro la metà del XXI secolo le forze armate saranno completamente trasformate in forza di livello mondiale.
L’aumento andava principalmente allo sviluppo di armi e materiali, al miglioramento dell’addestramento, alle riforme militari e salari e benefici dei militari. riportava il Quotidiano dell’ELP. Lo stesso vale anche per il 2019, secondo gli analisti. La Cina ha ancora molto da recuperare in armi e tecnologie, perché gli armamenti cinesi erano meno avanzati, in passato, secondo Wei. Mantenere gli armamenti in servizio può anche essere costoso, affermava Wei, citando la seconda portaerei nella Marina dell’ELP che quest’anno acquisirà. Mentre la Cina ha sviluppato armi avanzate come l’aviogetto da combattimento stealth J-20 e il carro armato Tipo 99A, il loro numero è limitato e molte forze dell’ELP ancora impiegano armi obsolete come l’aviog da combattimento J-7 e il carro armato Tipo 59. L’esperto affermava che la riforma militare ha portato a un addestramento più frequente aumentando l’operatività. Anche i materiali di consumo come munizioni e carburante richiedono finanziamenti. Poiché i prezzi delle merci salgono in Cina, gli stipendi delle truppe devono salire di conseguenza, secondo Wei. Un’altra ragione della previsione degli esperti è l’ambiente di sicurezza estero che la Cina affronta. Gli Stati Uniti avevano inviato navi da guerra nel Mar Cinese Meridionale e Stretto di Taiwan; il Giappone converte i cacciatorpediniere classe Izumo in portaerei; e l’avanzato caccia stealth statunitense F-35 viene venduto a Corea del Sud, Giappone e Australia. L’esercito cinese deve avere abbastanza fondi per affrontare tali sfide, secondo gli esperti.

Pretesti degli Stati Uniti
Anche col possibile aumento del budget, la spesa militare della Cina rimane di molto inferiore a quella degli Stati Uniti. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump acconsentiva a proporre un budget per la difesa da 750 miliardi di dollari per il 2019, e funzionari della difesa degli Stati Uniti dicevano che meno di 733 miliardi di dollari aumenterebbero i rischi, riferiva la CNN nel dicembre 2018. I dati raccolti dal Quotidiano dell’ELP mostrano che il budget della Difesa della Cina era solo dell’1,33% del PIL nel periodo 2007-2016. Questo è significativamente inferiore alla media mondiale del 2,6 percento, per non parlare di Stati Uniti e Russia, che sono circa il 4 percento. Ma gli Stati Uniti vedono il bilancio militare cinese come minaccia per la sicurezza degli alleati, notavano gli analisti. L’enorme divario in tali cifre mostra che la retorica della “della minaccia cinese” è solo una scusa degli Stati Uniti per aumentare il proprio bilancio per la difesa per avere dominio militare globale, ponendo una grava sfida a pace e sviluppo mondiale, iniziando la corsa agli armamenti e costringendo altri Paesi per aumentare i bilanci militari, secondo un esperto.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente La cooperazione militare Russia-Venezuela Successivo Perché il nuovo missile da crociera dell'Iran spaventa Israele