La Russia registra orbite sospette dei satelliti militari statunitensi

Paul Antonopoulos, FRN 27 gennaio 2019

I dispositivi di localizzazione russi registravano la separazione in orbita geostazionaria di due piccole sonde da un grande satellite militare statunitense. La Russia segue il movimento di uno di esse dal 2018, secondo un documento dell’Astro Spatial Center. In precedenza, fu riferito che il sistema di allarme automatizzato russo per le situazioni pericolose nello spazio rilevava più di 400 manovre condotte fino al 2018 da uno dei quattro satelliti militari GSSAP. Nell’aprile 2018, il vettore Atlas V trasportò il satellite di comunicazione militare CBAS (USA-283) e il satellite tecnologico EAGLE (USA-284) in orbita geostazionaria dalla base di Cape Canaveral, USA. Poco dopo il lancio, due satelliti EAGLE, USA-285 e USA-286, si separarono per scopi sconosciuti. La separazione fu registrata dal sistema di allerta russo il 23 aprile 2018. Allo stesso tempo, l’analisi del movimento delle sonde rivelò un cambiamento imprevedibile nella traiettoria di una di esse, che potrebbe indicarne la manovrabilità, secondo il documento.
Il compito principale del sistema di allarme automatico per lo spazio pericoloso russo è il rilevamento ai dispositivi spaziali dell’avvicinamento di detriti spaziali, il rilevamento della distruzione di sonde orbitanti e il rilevamento di oggetti potenzialmente pericolosi. Il sistema utilizza apparecchiature ottico-elettroniche, come i telescopi. Sono progettati per rilevare automaticamente detriti e dispositivi spaziali, determinarne le coordinate e trasmetterle assieme ad altre informazioni al centro di raccolta ed elaborazione dati. L’apparecchiatura del sistema esegue la ricerca e il rilevamento autonomi di oggetti spaziali ad altitudini fino a 50000 chilometri e possono rilevare dispositivi e detriti spaziali con luminosità di magnitudine fino a 18,5 (corrispondente alla dimensione di 30-35 centimetri su orbita geostazionaria). Questa registrazione arriva quando gli Stati Uniti tentano di dominare lo spazio e non consentono a Cina o Russia di ottenervi un punto d’appoggio.

Traduzione di Alessandro Lattanzio



PayPal è il metodo rapido e sicuro per pagare e farsi pagare online.

Precedente Gli USA hanno aiutato 40 capi dello SIIL a fuggire da una prigione dei taliban Successivo L'Iran adotta tattiche offensive per difendersi