Crea sito

Gli USA hanno aiutato 40 capi dello SIIL a fuggire da una prigione dei taliban

Paul Antonopoulos, FRN 28 gennaio 2019

Gli Stati Uniti hanno aiutato 40 capi dello SIIL a fuggire da una prigione talebana a Badghis, nel nord-ovest dell’Afghanistan , secondo l’agenzia iraniana Tasnim. I 40 detenuti, tutti stranieri, furono portati in elicottero in un luogo non specificato dopo che le truppe statunitensi avevano attaccato la prigione e ucciso le guardie, due settimane fa. L’agenzia, che ha intenzione di rivelare maggiori dettagli su tale operazione, affermava che il vicecapo del consiglio provinciale di Badghis, Abdullah Afzali, confermava i fatti. L’autoproclamato Stato Islamico, o SIIL, ha intensificato le operazioni in Afghanistan e Pakistan dal 2015, Paesi che aspira ad includere in una provincia del suo “califfato”, il cosiddetto Wilayat Qurasan (o SIIL-K). In Afghanistan, che comprende 34 province, la presenza dello SIIL si concentra in aree vicine al Pakistan , sebbene i jihadisti cerchino anche di stabilirsi nelle regioni settentrionali che confinano con le nazioni dell’Asia centrale. Il gruppo di supporto analitico e di monitoraggio delle sanzioni, in una lettera inviata a luglio al Consiglio di sicurezza dell’ONU, stimava che lo SIIL avesse 3500-4000 militanti in Afghanistan, compresi 600-1000 nel nord.
Due settimane fa la Russia annunciava nuove prove sui legami tra Stati Uniti e SIIL, dichiarava il Ministero degli Esteri russo, secondo cui avrebbe prove che dimostrano che gli Stati Uniti hanno legami con lo SIIL. Il Ministero degli Esteri sosteneva che gli Stati Uniti erano interessati a liberare i prigionieri dello SIIL per impedire che l’informazione fuoriuscisse. Il Ministero degli Esteri riferiva anche che le forze speciali statunitensi avrebbero sequestro documenti penitenziari per impedire la fuga di informazioni sugli sponsor dei terroristi. Il portavoce dei taliban Zabihullah Mujahid twittava che l’esercito statunitense aveva ucciso le guardie e portato 40 combattenti dello SIIL imprigionati in un luogo sconosciuto. “Questo interesse nei combattenti dello SIIL fa dubitare che gli Stati Uniti abbiano tentato l’operazione per evitare di divulgare le informazioni che i suddetti terroristi potevano comunicare sui loro veri sponsor”, dichiarava il Ministero degli Esteri.

Traduzione di Alessandro Lattanzio



PayPal è il metodo rapido e sicuro per pagare e farsi pagare online.