La “Grande Muraglia d’acciaio sotterranea” della Cina

La Cina dovrebbe allertarsi contro le testate nucleari tattiche statunitensi
Deng Xiaoci e Liu Xuanzun, Global Times, 13/1/2019

La “Grande Muraglia d’acciaio sotterranea” della Cina potrebbe “garantire la sicurezza dell’arsenale strategico del Paese” contro possibili attacchi, anche dalle future armi ipersoniche, Qian Qihu, destinatario del massimo riconoscimento scientifico e tecnologico del Paese, dichiarava al Global Times. Qian, 82 anni, accademico dell’Accademia delle scienze e dell’Accademia d’ingegneria cinesi, riceveva il Premio per la scienza e la tecnologia del 2018 durante una conferenza presso la Grande Sala del Popolo a Pechino. La “Grande Muraglia d’acciaio sotterranea è una serie di strutture di difesa situate in profondità, sotto le montagne. Mentre la roccia è abbastanza spessa da resistere agli attacchi nemici, le entrate e le uscite di queste strutture sono spesso vulnerabili e il lavoro di Qian è stato proteggere ulteriormente queste parti. La strategia nucleare cinese segue il principio del “non primo uso” e richiede al Paese di avere la capacità di resistere a un attacco nucleare prima di rispondere con le proprie armi strategiche. Il lavoro di Qian ha garantito la sicurezza delle armi strategiche del Paese, le strutture di lancio e di stoccaggio e la sicurezza dei comandanti nei periodi tensione, secondo Song Zhongping, esperto militare e commentatore televisivo.
In un’intervista esclusiva al Global Times, Qian descrive la sua opera, la “Grande Muraglia d’acciaio sotterranea”, come “l’ultima linea difensiva nazionale del Paese”. Se altre linee di difesa, tra cui sistema d’intercettazione missilistica strategica, sistema antimissile e sistema di difesa aerea non funzionano contro missili ipersonici e anti-bunker di recente sviluppo, il lavoro di Qian può contrastare tali attacchi. “Lo sviluppo dello scudo deve seguire da vicino lo sviluppo della lancia: la nostra ingegneria della difesa si è evoluta in modo tempestivo, mentre le armi d’attacco pongono nuove sfide”, affermava Qian. Secondo l’accademico, le armi ipersoniche che volano 10 volte più velocemente della velocità del suono posson cambiare traiettoria in volo e violare qualsiasi impianto antimissile. CNBC, media statunitense, riferiva che nel marzo 2018, durante il discorso sullo Stato della nazione, il Presidente Vladimir Putin presentò nuove armi nucleari e ipersoniche, che definiva “invincibili”. Anche gli Stati Uniti cercano di sviluppare armi ipersoniche, come disse ad ottobre il vicesegretario alla Difesa degli Stati Uniti Patrick Shanahan, ora segretario alla Difesa. “Voleremo più veloci e in altro di quanto non si sia mai aspettato”, riferiva la CNBC.

Sfide emergenti
Le sfide della difesa nazionale non emergono solo dallo sviluppo di avanzate armi d’attacco, ma sono anche il risultato di un ambiente internazionale imprevedibile, affermava Qian, citando la posizione degli Stati Uniti secondo cui l’amministrazione Trump rimugina sullo schieramento di armi nucleari. Gli Stati Unit pianificano di allentare i vincoli sulle armi nucleari statunitensi e sviluppare testate nucleari tatticge, come riportato dal Wall Street Journal nel gennaio 2018. È assai possibile che le armi statunitensi con testate nucleari tattiche siano anti-bunker, con capacità d’attacco chirurgico elevata che potrebbe causare danni maggiori, osservavano esperti militari avvertendo che la Cina dovrebbe stare all’erta e migliorare la propria difesa nazionale. Qian consigliava anche i progetti di costruzione civili, tra cui il tunnel del fiume Nanjing dello Yangtze, il ponte Hong Kong-Zhuhai-Macao e il gigantesco progetto di trasferimento idrico dal sud al nord, secondo la China Global Television Network. Alla domanda su come avrebbe speso il premio da 8 milioni di yuan, Qian aveva detto che parte sarebbe andata alla ricerca sulla difesa nazionale, e il resto utilizzato per progetti di assistenza sociale come combattere la povertà e aiutare gli studenti poveri. “Non ho mai pensato di guadagnare un premio in denaro per la mia ricerca, né penso che sia arrivato troppo tardi”, aveva detto Qian. “Sono solo grato che il riconoscimento nazionale offra una grande opportunità per sensibilizzare la difesa nazionale presso il pubblico”.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Il Pakistan si libera dalle grinfie del FMI Successivo La Marina Militare russa equipaggia i sottomarini coi siluri nucleari Posejdon

Lascia un commento