Crea sito

Il Leader supremo Kim Jong Un Visita la Cina

KCNA, Pyongyang, DPRK Today 10 gennaio

Kim Jong Un, Presidente del Partito dei Lavoratori della Corea (PLC) e Presidente della Commissione per gli Affari Statali (SAC) della Repubblica Popolare Democratica di Corea (RDPC), visitava la Repubblica Popolare di Cina (RPC) dal 7 al 10 gennaio, Juche 108 (2019) su invito di Xi Jinping, Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese (PCV) e Presidente della Repubblica Popolare Cinese. Il leader supremo del partito, dello Stato e dell’esercito Kim Jong Un era accompagnato dalla moglie Ri Sol Ju. Tra il suo entourage c’erano Ri Su Yong, Kim Yong Chol, Pak Thae Song, dell’Ufficio Politico e Vicepresidenti del CC del PLC, Ri Yong Ho, membro dell’Ufficio Politico del CC del PLC e Ministro degli Eesteri, e No Kwang Chol, membro supplente dell’Ufficio Politico del CC del PLC e Ministro delle Forze Armate Popolari Kim Yo Jong, membro supplente dell’Ufficio politico e primo Vicedirettore del Dipartimento del CC del PLC, Ri Il Hwan e Choe Tong Myong, direttori di Dipartimento del CC del PLC e altri dirigenti di CC, PLC e SAC della RPDC. Il treno che trasportava la Guida Suprema arrivava a Dandong, città di frontiera della Cina, alle 21:30 ora di Pechino, il 7 gennaio. A visitare la stazione ferroviaria di Dandong per salutare Kim Jong Un vi erano Song Tao, capo del Dipartimento di Collegamento Internazionale del CC del CPC, Chen Qiufa, Segretario del Comitato del Partito provinciale di Liaoning, Lu Dongfu, Direttore Generale della China Railway Corporation, Li Jinjun, Ambasciatore cinese nella RPDC e Ge Haiying, Segretario del Comitato del Partito della città di Dandong. Kim Jong Un era sceso dal treno insieme alla moglie Ri Sol Ju, scambiando cordiali saluti coi principali funzionari cinesi. Song Tao offriva i saluti dell’accoglienza calorosa e sentita a Kim Jong Un su autorizzazione del Segretario Generale Xi Jinping e del Comitato Centrale del PCC. A Kim Jong Un e Ri Sol Ju furono presentati mazzi di fiori dalle donne. Kim Jong Un aveva un colloquio amichevole con Song Tao sul treno, esprimendo i ringraziamenti a Song Tao per essere arrivato nella città di confine, accogliendolo calorosamente e secondo l’ospitalità sincera, guidandolo ogni volta a Pechino. Dicendo che attribuire grande importanza e significato alla visita attuale di Kim Jong Un in Cina in un momento cruciale e vitale, Xi Jinping e il Partito e il governo della Cina davano istruzioni eccezionali per una buona accoglienza; Song Tao aggiungeva che avrebbe fatto del suo meglio per un soddisfacente successo dell’incontro tra i massimi vertici dei due Parti e due Paesi. Kim Jong Un arrivava a Pechino alle 11 ora di Pechino, l’8 gennaio. Fu salutato alla stazione ferroviaria di Pechino da Wang Huning, del Comitato Permanente dell’Ufficio Politico e del Segretariato del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, e Cai Qi, dell’Ufficio Politico del CC del PCC e Segretario del Comitato del Partito Comunista di Pechino. Anche l’ambasciatore della RPDC in Cina Ji Jae Ryong era presente per i saluti. Mentre Kim Jong Un e Ri Sol Ju scendevano dal treno, i bambini presentavano mazzi di fiori. Kim Jong Un scambiava cordiali saluti con alti funzionari del partito e del governo della Cina e si dirigeva verso la Diaoyutai State Guesthouse, incontrando Xi Jinping alla Grande Sala del Popolo alle 17:00 dell’8 gennaio. All’arrivo nella Grande Sala del Popolo, Kim Jong Un e Ri Sol Ju furono accolti calorosamente da Xi Jinping e la moglie Peng Liyuan.
Felice di incontrarsi di nuovo all’inizio del nuovo anno, Kim Jong Un e Xi Jinping si abbracciavano e facevano una foto ricordo. Accogliendo calorosamente Kim Jong Un, che iniziava le attività estere nel nuovo anno visitando la Cina, Xi Jinping affermava che la visita offriva un’occasione particolarmente importante per guidare con successo lo sviluppo delle relazioni Cina-RPDC. Kim Jong Un ringraziava Xi Jinping per aver risparmiato tempo nel dettagliare l’itinerario e aver prestato molta attenzione nonostante il programma serrato all’inizio del nuovo anno. Kim Jong Un e Ri Sol Ju fecero una foto ricordo con Xi Jinping e Peng Liyuan con le bandiere dei due Paesi per sfondo. La cerimonia per accogliere la visita di Kim Jong Un in Cina si svolse in modo grandioso nella Grande Sala del Popolo. La cerimonia di benvenuto fu seguita da un colloquio tra Kim Jong Un e Xi Jinping nella Sala Grande del Popolo. Presenti dal lato della RPDC vi erano Ri Su Yong e Kim Yong Chol, dell’Ufficio Politico del Comitato centrale del PLC e Vicepresidenti del Comitato Centrale del PLC, e Ri Yong Ho, dell’Ufficio Politico del. Comitato Centrale del PLC e Ministro degli Esteri. Presenti lì dalla parte cinese vi erano Wang Huning, del Comitato Permanente dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PCC e del Segretariato del Comitato Centrale del PCC, Ding Xuexiang, dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PCC, del Segretariato e Direttore dell’Ufficio Generale del Comitato Centrale del PCC, Yang Jiechi, dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PCC e Direttore dell’Ufficio della Commissione Esteri del Comitato Centrale del PCC, Wang Yi, consigliere di Stato e Ministro degli Esteri della RPC e Song Tao, a capo del Dipartimento di Collegamento Internazionale del Comitato centrale del PCC.
Scambiando i saluti in un’atmosfera amichevole e sincera, i massimi leader dei due partiti e Paesi avevano uno scambio di opinioni approfondito e sincero sulla questione del rafforzamento ulteriore di amicizia e unità, scambio e cooperazione tra i due partito e i due Paesi come richiesto dai tempi e dalle questioni internazionali e regionali di reciproco interesse, lo studio congiunto e il coordinamento della gestione della situazione della penisola coreana e dei negoziati di denuclearizzazione, in particolare, esprimendo comprensione reciproca nel sostegno e solidarietà alle posizioni indipendenti preservate dai partiti e dai governi dei due Paesi nelle relazioni estere. Esprimendo ringraziamenti a Xi Jinping e compagni amico del partito e del governo cinese per averlo caldamente invitato all’inizio del nuovo anno, nonostante il fervido programma, e con entusiasmo cordialmente concessa ospitalità con tutta sincerità, Kim Jong Un gli espresse i migliori auguri dal Partito e Governo della RPDC e del Popolo. Dicendo che l’attuale visita avrebbe svolto un ruolo molto importante nel mettere l’amicizia della Corea democratica-Cina su una fase più solida e promuovendo relazioni più sviluppate anche quest’anno dall’alto significato, segnando il 70° anniversario dell’instaurazione delle relazioni diplomatiche, sulla scia dello scorso anno registrato come l’anno che apriva una pagina brillante nella storia di amicizia ed unità Cina-Corea. Kim Jong Un dichiarava che la sua visita offriva un’occasione per dimostrare in modo sorprendente al mondo l’invariabilità e l’invincibilità dell’amicizia tra Cina e Corea democratica. L’amicizia tra Cina e Corea democratica fu forgiata e sviluppata dai leader delle generazioni precedenti dei due Paesi e ora si sviluppando ulteriormente e brillantemente nella speciale situazione, affermava sottolineando che PLC e governo della RPDC agiranno come sempre uniti al Partito cinese e con nuovi sforzi per sviluppare continuamente le relazioni amichevoli, ereditando la tradizione della stretta cooperazione tra i due partiti e i due Paesi. Notando di essere stato incoraggiato dal fatto che i cinesi fiduciosi si siano attenuti alla via al socialismo con caratteristiche cinesi nella nuova era e la realtà della Cina che si sviluppa ogni giorno sotto la guida esperta del PCC, Kim Jong Un espresse la ferma convinzione che il partito e il popolo cinesi otterranno nuovi successi e una grande vittoria negli sforzi per creare un nuovo miracolo della nazione cinese. Xi Jinping accolse ancora una volta calorosamente la visita di Kim Jong Un in Cina a nome del partito, del governo e del popolo cinesi, affermando che la visita all’inizio del nuovo anno 2019 aveva un significato molto speciale e importante per tempo e importanza per l’amicizia tra Cina e Corea democratica e la profonda fiducia nel partito e nel popolo cinesi.Approfonditi scambi di vedute con Kim Jong Un, stretto compagno e amico del popolo cinese, hanno contribuito a promuovere scambi attivi e cooperazione in diversi campi, compresi partito e cultura, anche aiutando le relazioni amichevoli tra i due partito e due Paesi per ottenere sviluppo storico e promozione, dichiarava Xi Jinping, che aveva detto che l’anno scorso Kim Jong Un propose la nuova linea strategica nel concentrare tutti gli sforzi sulla costruzione economica socialista e preso diverse misure importanti con decisioni coraggiose e sagge, mostrando così alla comunità internazionale la speranza e l’attesa per la pace e le aspirazioni della Corea democratica nello sviluppo. Questo induceva una maggiore influenza internazionale, e anche grande sostegno e comprensione e caloroso benvenuto da tutto il mondo, aggiungeva. Ciò dimostrava che la decisione strategica di Kim Jong Un era corretta e in linea cogli interessi del popolo coreano e la tendenza dei tempi, aveva detto Xi Jinping, lodando molto il Partito dei Lavoratori della Corea e il Governo della Corea democratica per aver registrato ammirevoli successi a casa e all’estero. Aveva detto che, come compagno e amico, è convinto che il PLC otterrà maggiori e nuovi successi nella realizzazione della causa socialista sotto la guida del PLC guidato da Kim Jong Un, ed espresso i migliori auguri con sincerità. Entrambe le parti avevano scambi di opinioni approfonditi su questioni internazionali e regionali di reciproco interesse. Entrambe le parti apprezzavano molto il fatto che i massimi leader dei due Paesi abbiano promosso e favorito lo sviluppo positivo della situazione nella penisola coreana attraverso strette comunicazioni, scambi di vedute e intenti aperti, difendendo così gli interessi reciproci. Concordavano all’unanimità a continuare a preservare la posizione della soluzione definitiva e pacifica del problema nucleare nella penisola coreana per soddisfare gli interessi della comunità internazionale e di tutti gli interessati nella penisola gestendo adeguatamente la situazione nella penisola entrata in un importante e vitale momento.
Kim Jong Un dichiarava che la RPDC rimane invariata nella posizione principale di mantenere l’obiettivo della denuclearizzazione della penisola coreana, attuare sinceramente la dichiarazione congiunta adottata durante i colloqui al vertice di Singapore cogli USA e cercare una soluzione pacifica negoziata, riferendosi a difficoltà e preoccupazioni che sorgono nel corso del miglioramento delle relazioni RPDC-USA e dei negoziati per la denuclearizzazione, e le prospettive per risolverle. Xi Jinping affermava di essere pienamente d’accordo sul fatto che le questioni di principio suggerite dalla RPDC siano requisiti meritevoli e che i suoi ragionevoli punti di preoccupazione dovessero essere risolti correttamente, aggiungendo che è una scelta corretta per le parti interessate darne priorità e affrontarle ragionevolmente. Dichiarava che la parte cinese avrebbe sempre avuto un ruolo positivo e costruttivo nella difesa degli interessi fondamentali di entrambe le parti e la stabilità della situazione nella penisola, come fidati e risoluti compagni ed amici dei compagni coreani. I massimi leader dei due partiti e dei due Paesi concordavano i nuovi piani per mantenere, espandere e sviluppare le tradizioni di visite ad alto livello in campo politico, economico, militare, culturale e di altro tipo nel nuovo anno che segna il 70° anniversario dell’istituzione delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi. Kim Jong Un invitava Xi Jinping a compiere una visita ufficiale in Corea democratica in un momento opportuno e quest’ultimo accettava l’invito con piacere ed informava Kim Jong Un del piano. I colloqui proseguirono in un’atmosfera calda ed amichevole dall’inizio alla fine.
La sera dell’8 gennaio, Xi Jinping teneva un grande banchetto presso la Sala del Popolo in benvenuto alla visita in Cina di Kim Jong Un. Presenti su invito erano Ri Su Yong, Kim Yong Chol, Pak Thae Song, dell’Ufficio Politico e Vicepresidenti del Comitato centrale del PLC, Ri Yong Ho, dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC e Ministro degli Esteri No Kwang Chol, membro supplente dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC e Ministro delle Forze Armate Popolari, Kim Yo Jong, membro supplente dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC e Primo Vicedirettore del Dipartimento del Comitato Centrale del PLC, Ri Il Hwan e Choe Tong Myong, direttori del Dipartimento del Comitato Centrale del PLC, e altri funzionari di spicco e seguito che accompagnavano Kim Jong Un. Furono invitati anche Ji Jae Ryong, ambasciatore della RPDC in Cina, e il personale dell’ambasciata. Al banchetto erano presenti Wang Huning, del Comitato Permanente dell’Ufficio Politico e del Segretariato del Comitato Centrale del PCC, Ding Xuexiang, dell’Ufficio politico e del Segretariato e direttore dell’Ufficio Generale del Comitato Centrale del PCC, Yang Jiechi, dell’Ufficio Politico e direttore dell’Ufficio della Commissione per gli Affari Esteri del Comitato Centrale del PCC, Guo Shengkun, dell’Ufficio Politico, del Segretariato e della Commissione Affari Politici del Comitato Centrale del PCC, Huang Kunming, dell’Ufficio Politico, del Segretariato e capo del Dipartimento Pubblico del Comitato Centrale del PCC, Cai Qi, dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PCC e Segretario del Partito Comunista del Comitato Municipale di Pechino, Wang Yi, Consigliere di Stato e Ministro degli Esteri della RPC, Song Tao, capo del Dipartimento di Collegamento Internazionale del Comitato Centrale del PCC e, Li Jinjun, ambasciatore cinese nella RPDC e altri funzionari del partito e del governo cinesi.
Kim Jong Un e Ri Sol Ju entravano nella sala del banchetto, guidati da Xi Jinping e Peng Liyuan. Xi Jinping fece un discorso di congratulazioni, affermando che Kim Jong Un e Ri Sol Ju visitavano la Cina di nuovo con profonda sensibilità amichevole del Partito, del governo e del popolo della Corea democratica verso il partito, il governo e il popolo della Cina con buon auspicio e bel periodo salutando il nuovo anno aprendo lo storico preludio allo sviluppo delle relazioni Cina-RPDC per quest’anno; Xi Jinping salutava calorosamente la loro visita in Cina, dichiarando che le visite di Kim Jong Un in Cina in 100 giorni l’anno scorso e la visita in Cina all’inizio del nuovo anno dimostravano che apprezza molto l’amicizia tradizionale Cina-Corea democratica e nutre sentimenti amichevoli nei confronti del popolo cinese. Xi Jinping sottolineava che s’impegnerà insieme a Kim Jong Un a scrivere una nuova storia di visite tra Cina e Corea democratica. Dicendo che quest’anno ricorre il 70° anniversario della creazione della relazioni diplomatiche tra Cina e Corea democratica, osservava con orgoglio che negli ultimi sette decenni i due partiti, due Paesi e due popoli sono avanzati sostenendosi e incoraggiandosi ottenendo grandi successi nella costruzione socialista dei due Paesi dopo aver forgiato serrate relazioni. Le relazioni Cina-RPDC hanno già aperto una nuova pagina della storia e sono entrate in una nuova fase di sviluppo, e il partito e il governo della Cina attribuivano grande importanza alle tradizionali relazioni tra Cina e Corea democratica, aveva detto, chiarendo ancora una volta che posizione continua e risoluta del partito e del governo cinesi difendere, consolidare e sviluppare le relazioni Cina-RPDC in buone condizioni. Dicendo di essere lieto di testimoniare i notevoli successi ottenuti dal PLC e dal popolo della Corea democratica nella rivoluzione e costruzione socialista, espresse la convinzione che sicuramente avrebbero portato a termine la nuova linea strategica presentata alla Terza Assemblea Plenaria del Settimo Comitato Centrale del PLC sotto la guida del PLC guidato da Kim Jong Un, e in tal modo conseguire successi accelerando potentemente la causa della costruzione socialista nella RPDC.
Kim Jong Un fece un discorso di replica, dichiarando che visitava la Cina come suo primo programma politico per il nuovo anno con la ferma volontà di ottenere la prosperità complessiva dell’amicizia tra Cina e Corea democratica, come richiesto da una nuova grande storia e brillante epoca delle relazioni Cina-Corea democratica, salutando il nuovo anno dopo aver visto l’ultimo anno pieno di eventi epocali e senza precedenti nella storia dello sviluppo delle relazioni tra i due partiti e due Paesi. Espresse profondo ringraziamento per la calorosa ospitalità e la profonda attenzione del partito e del governo della Cina alla visita d’inizio del nuovo anno ed esteso gli auguri di buon anno a Xi Jinping, al Partito comunista cinese e al popolo cinese a nome del Partito dei Lavoratori della Corea e del popolo coreano. Dicendo che l’anno scorso gli incontri tra i massimi leader dei due partito e due Paesi funsero da solida base e potente motore per sviluppare le relazioni tra RPDC e Cina, come richiesto dalla nuova era, espresse la volontà di andare avanti nel scrivere una bellissima epopea dell’amicizia della Corea democratica-Cina invidiata dal mondo e tramandata di generazione in generazione stringendo le mani ai compagni della Cina e difendendo fermamente pace e stabilità nella penisola coreana e nella regione grazie agli sforzi concertati di RPDC e Cina anche quest’anno. Augurava sinceramente al popolo cinese fraterno successo continui nel lungo viaggio per raggiungere gli “Obiettivi dei due secoli” e realizzare il sogno della Cina, ovvero la grande prosperità della nazione cinese, riunita sotto il PCC di Xi Jinping quale nucleo centrale di quest’anno, 70° anniversario della nascita della nuova Cina.
Il banchetto procedeva con una calda atmosfera traboccante di sentimenti di amicizia e fratellanza.
Una performance artistica speciale fu esibita dagli artisti cinesi in onore della storica visita di Kim Jong Un in Cina. Kim Jong Un e Ri Sol Ju salirono sul palco insieme a Xi Jinping e Peng Liyuan per esprimere ringraziamenti agli artisti e per la sessione fotografica con loro. Kim Jong Un e Xi Jinping s’incontravano nuovamente all’Hotel Beijing il 9 gennaio. Xi Jinping e Peng Liyuan salutavano calorosamente Kim Jong Un e Ri Sol Ju mentre arrivavano all’hotel. Kim Jong Un ebbe una conversazione sincera con Xi Jinping, approfondendo ulteriormente speciale cameratismo e strette relazioni. Dopo il pranzo offerto da Xi Jinping e Peng Liyuan, Kim Jong Un e Ri Sol Ju ebbero una piacevole chiacchierata con atmosfera amichevole e familiare. Kim Jong Un espresse profondo ringraziamento a Xi Jinping per aver sinceramente ospitato il pranzo ancora una volta in un posto speciale e in un’atmosfera speciale. Alla fine del pranzo, Kim Jong Un salutava Xi Jinping. Kim Jong Un espresse soddisfazione per aver compiuto una visita eccellente e meritevole senza alcun inconveniente grazie alla speciale cura ed ospitalità offerta da Xi Jinping, prima di ringraziarlo. Kim Jong Un e Ri Sol Ju salutavano Xi Jinping e Peng Liyuan, promettendo un altro incontro. Kim Jong Un visitava una fabbrica farmaceutica della Beijing Tongrentang Co. Ltd. insieme ai funzionari ed entourage quella mattina. Ad accompagnarlo vi erano Wang Huning, Cai Qi, Song Tao e Li Jinjun. Fu accolto calorosamente dal Direttore del Consiglio della Beijing Tongrentang Co. Ltd., che ne è anche il segretario di partito, direttore generale della compagnia, ed anche il vicesegretario e i principali funzionari dello stabilimento. Kim Jong Un osservava i prodotti e i processi di produzione dello stabilimento. Visitando il sito di produzione, apprezzava molto il fatto che lo stabilimento avesse avuto un buon sviluppo registrando numerosi risultati nella produzione e nell’aggiornamento tecnico attraverso sforzi intraprendenti e determinati, e auspicava maggiori successi nella gestione aziendale in futuro.
Kim Jong Un terminava con successo la storica visita in Cina e ha lasciato Pechino alle 15:00, ora di Pechino, 9 gennaio. Ricevette saluti calorosi da Wang Huning, del Comitato Permanente dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese e del Segretariato del Comitato Centrale del PCC, e da Cai Qi, dell’Ufficio Politico del CC del PCC e Segretario del Comitato municipale di Pechino del PCC, alla stazione ferroviaria di Pechino, e Song Tao, capo del Dipartimento di Collegamento Internazionale del Comitato Centrale del Partito comunista cinese, Lu Dongfu, Direttore Generale della China Railway Corporation, e Li Jinjun, ambasciatore cinese nella Corea democratica, viaggiarono con lui fino alla stazione ferroviaria di Dandong per salutarlo.
Prima di lasciare la stazione ferroviaria di Dandong, Kim Jong Un inviava una lettera personale di ringraziamento a Xi Jinping per la splendida e calorosa accoglienza, sincera e buona ospitalità durante la visita.

Traduzione di Alessandro Lattanzio