Il drone sottomarino russo che spaventa l’occidente

RussiaToday 31 dicembre 2018

Gli avanzati droni sottomarini russi Posejdon possono percorrere distanze per 10000 chilometri trasportando una carica nucleare da 100 megatoni. Potenza e possibili conseguenze dell’uso del veicolo subacqueo senza equipaggio Posejdon, destinato ad essere un nuovo deterrente nucleare della Russia, destano preoccupazione tra analisti e media occidentali. Il tabloid inglese Daily Express avverte che la devastante arma del “Giorno del Giudizio” sviluppata dalla Russia potrebbe causare un’esplosione e “uno tsunami radioattivo alto 100 metri”, spazzando via le principali città costiere degli Stati Uniti. A questo proposito, i media citano Christian Whiton, ex-consigliere di Donald Trump e George W. Bush del dipartimento di Stato USA, che ammetteva in una recente intervista a Fox News che ci sono “preoccupazioni sincere” sull’arma. Specificamente, Whiton aveva detto che tale esplosione creerebbe un’onda altamente irradiata. Allo stesso tempo, riteneva che sarebbe “peggio essere colpiti da un’esplosione nucleare di diversi megatoni che dall’onda che sarebbe causata da esso”, poiché l’acqua può assorbire “gran parte della forza” creata da un’esplosione. In precedenza, il fisico Rex Richardson dichiarava a Business Insider che un’esplosione nucleare da decine di megatoni vicino alle coste provocherebbe uno tsunami uguale o addirittura “molto più” distruttivo di quello che colpì il Giappone nel 2011 .

“Distruzione totale”
In risposta a tali affermazioni, l’esperto militare russo Aleksej Leonkov osservava che gli effetti del nuovo drone nucleare non si riducono a questo tsunami radioattivo. “E’ anche possibile un’ondata sismica sotterranea che distrugga tutto sulla zona costiera”, aveva detto citato da Izvestia. Allo stesso tempo, Leonkov notava che il Posejdon è un’arma di rappresaglia volta a garantire la risposta della Russia nel caso in cui si verificasse un attacco contro di essa. In tale caso, il drone infliggerà “danni irreparabili a tutto ciò che si trovava sulle coste del nemico, obiettivi militari e civili”, causando “una distruzione totale a causa della testata trasportata a bordo”.

Distanze per 10000 chilometri
La Russia ha già iniziato a testare l’avanzato drone sottomarino nucleare in mare. L’esistenza del Posejdon fu svelata dal Presidente Vladimir Putin lo scorso marzo insieme a una serie di nuove armi avanzate sviluppate dal Paese per contrastare l’espansione dello scudo antimissile statunitense ai confini della Federazione Russa. Si tratta di un siluro sottomarino che può percorrere 10000 chilometri alla velocità di 60-70 nodi (110-130 km/h) grazie al fatto che è dotato di un reattore nucleare in miniatura e può distruggere porti e città costiere, contenendo una carica nucleare da 100 megatoni.

Traduzione di Alessandro Lattanzio



PayPal è il metodo rapido e sicuro per pagare e farsi pagare online.

Precedente Discorso di Capodanno del Presidente Xi Jinping Successivo Discorso di Capodanno di Kim Jong Un