Crea sito

Mosca schiera i caccia in Crimea

Pars Today 18 dicembre 2018

In risposta alle provocazioni di Kiev in Crimea, la Russia stazionava un nuovo gruppo di caccia Sukhoj Su-27 e Su-30. In una dichiarazione del 17 dicembre, il Ministro della Difesa russo annunciava il dispiegamento di una dozzina di caccia Sukhoi Su-27 e Su-30 in Crimea, che saranno di stanza presso la base aerea di Belbek, secondo la dichiarazione. Il comunicato della Difesa russa avveniva dopo che il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov dichiarava che Petro Poroshenko, il presidente ucraino, pianificava una provocazione armata entro la fine dell’anno. Tuttavia, il capo della diplomazia russa escludeva la possibilità di scatenare una guerra dicendo che per ora non c’è motivo di deteriorare le relazioni diplomatiche tra Mosca e Kiev. “Posso solo assicurarvi che la Russia non entrerà in guerra coll’Ucraina”, dichiarava Lavrov.
Le tensioni erano aumentate tra Mosca e Kiev dal 25 novembre, quando le navi della marina ucraina effettuarono manovre pericolose violando il confine russo nel Mar Nero, vicino lo stretto di Kerch, secondo il Dipartimento di Crimea dell’FSB. Avendo intrapreso un nuovo tentativo di provocazione, le navi della marina ucraina lasciarono alla Guardie Costiera russa altra scelta che usare le armi per fermarle. Dopo la “provocazione”, Kiev rafforzava la difesa aerea spingendosi a parcheggiare i suoi bombardieri sulle basi aeree ai confini con la Russia. L’Ucraina aveva persino chiesto alla Turchia di chiudere il Bosforo alle navi russe nello scontro sullo stretto di Kerch.

Traduzione di Alessandro Lattanzio



PayPal è il metodo rapido e sicuro per pagare e farsi pagare online.