Crea sito

Il successo dell’Airshow cinese indica la necessità di perseguire l’innovazione indipendente

Hu Weijia, Global Times, 6/11/2018

L’aereo da caccia stealth più avanzato della Cina, il J-20, compariva a sorpresa martedì all’Airshow China 2018 a Zhuhai, nella provincia meridionale del Guangdong. Lo spettacolo aereo, che si tiene ogni due anni, offre agli osservatori la possibilità di anticipare il futuro della competizione globale nella tecnologia militare e nell’aviazione civile. Durante l’evento, sistemi e materiali militari ed aeronautici cinesi dalla tecnologia avanzata attrassero sempre più l’attenzione di acquirenti internazionali. Sebbene sia arrivata tardi nel mercato aeronautico, la Cina è più vicina a potenze importanti come gli Stati Uniti e Paesi europei nell’uso di determinate tecnologie come i velivoli senza pilota (UAV). Il produttore di droni commerciali cinesi SZ DJI Technology Co. era stato inserito nella lista nera dell’esercito statunitense per problemi di sicurezza, ma la società ancora domina il mercato degli UAV e raggiungeva 18 miliardi di yuan (2,6 miliardi di dollari) di vendite, la maggior parte dei quali sui mercati esteri.
Sebbene siano sorti conflitti commerciali tra Cina e Stati Uniti, la cooperazione economica è indispensabile per i legami bilaterali. Cina e Stati Uniti sono assai interdipendenti in termini economici, ma la Cina non è più destinatario di tecnologie avanzate commerciali ed investimenti bilaterali. I sistemi militari ed aeronautici provenienti dalla Cina sono sempre più interessanti per gli acquirenti internazionali e le crescenti vendite metteranno in discussione il monopolio dei Paesi occidentali nel mercato delle armi. Sebbene la forza complessiva della Cina nella tecnologia aeronautica sia ancora in ritardo rispetto agli Stati Uniti, il Paese è d un importante esportatore di sofisticate tecnologie aeronautiche. Il successo della Cina è il risultato degli sforzi nel perseguire il percorso dell’innovazione indipendente, e il paese deve continuare su questa strada.
Nell’intensificarsi del conflitto commerciale, la Cina deve essere autosufficiente nella tecnologia promuovendo l’innovazione. Il governo degli Stati Uniti ha enormi preoccupazioni per le società cinesi che acquisiscono le principali società tecnologiche statunitensi e rafforzava i controlli sugli scambi tecnologici con la Cina. I responsabili politici cinesi dovrebbero avere la chiara comprensione della situazione sempre più difficile e incoraggiare le imprese locali ad investire maggiormente nell’innovazione.

Traduzione di Alessandro Lattanzio