“Sappiamo chi ha ucciso Aleksandr Zakharchenko”

Mike Norman Economics 30 settembre 2018

Questo articolo era apparso sul sito inglese Off-Guardian prima di essere rimosso. Pressione dalle autorità?
Il “Superpoliziotto” francese accusa il primo dipartimento di intelligence del Ministero della Difesa dell’Ucraina e i suoi istruttori statunitensi. All’inizio di quest’anno, il Capitano Paul Barril, esperto francese di antiterrorismo e sicurezza personale, fu nvitato a visitare la Repubblica Popolare di Donetsk (DPR). L’intenzione della visita programmata era consultare il Presidente della RPD, Aleksandr Zakharchenko, in merito a questioni di protezione e sicurezza personale. Tuttavia, prima che i due potessero incontrarsi, Zakharchenko fu assassinato con una bomba nel caffè di Donetsk. In questa intervista, il capitano Barril fa rivelazioni scioccanti sul suo omicidio:
INTERVISTATORE: Grazie mille, capitano Barril per questa opportunità. Puoi dirci prima del suo importante servizio pubblico per la Repubblica francese? Era uno dei co-fondatori dei GIGN (l’unità antiterrorismo della gendarmeria nazionale francese)?
CAPITANO BARRIL: Sì, proprio all’inizio delle attività negli anni ’80.

INT: Ha lavorato anche per i presidenti francesi?
CB: Sì, ho lavorato per il presidente Giscard d’Estaing e il presidente Mitterrand.

INT: A settembre, avrebbe incontrato Aleksandr Zakharchenko, il leader della Repubblica Popolare di Donetsk, per condividere alcune informazioni con il suo servizio di protezione. Sa (o ha un’idea) chi l’ha ucciso?
CB: So chi ha ucciso Aleksandr Zakharchenko a Donetsk. Ciò è opera del 3.zo Reggimento speciale d’intelligence per la difesa dell’Ucraina, istruita dai consiglieri statunitensi del Centro d’addestramento di Khmelnitskij, una delle loro basi in Ucraina. È importante capire il contesto. Il Donbas è un’area molto delicata in cui la NATO si è impegnata in una guerra per procura contro la Russia. L’Ucraina è un fantoccio della NATO, ma Donetsk è dalla parte della Russia. Il Leadar della RPD Aleksandr Zakharchenko era uno strenuo sostenitore di Mosca e Putin. Dovete sapere che dal 2014, vari servizi d’intelligence occidentali operano nel Donbas. Nell’aprile 2014, il capo della CIA, John Brennan venne a Kiev sotto nome fittizio per dare istruzioni (ad euromajdan). E ora hanno anche istruttori della CIA, anche canadesi. Adottano azioni specifiche per schiacciare la Repubblica di Donetsk.

INT: Quindi dice che canadesi, statunitensi e inglesi sono legati al servizio segreto ucraino, con SBU e i servizi d’intelligence militare dell’Ucraina?
CB: tutte le forze che si oppongono alla Russia sono ora presenti in Ucraina. Infatti, commettendo l’omicidio del leader di Donetsk, hanno inflitto un duro colpo alla Russia, ma non direttamente.

INT: Come l’hanno commesso?
CB: L’omicidio è avvenuto nel bar “Separ”, situato in un’area molto ben protetta nel centro di Donetsk. Nascosero una bomba minuscola e intelligente sopra l’entrata della hall, senza essere individuati dai cani da fiuto. Quando il leader arrivò, la bomba fu attivata da lunga distanza ed esplose, uccidendo Aleksande Zakharchenko e la sua guardia del corpo, ferendo gravemente una donna e lasciando il suo vice, Aleksandr Tashkent (che era il secondo bersaglio), gravemente ustionato scioccato. La bomba era così “intelligente” e direzionale, che i bicchieri sul bancone rimasero intatti.

INT: Inglesi e statunitensi di regola usano le bombe per eliminare persone “fastidiose”?
CB: Nella storia recente, durante la guerra in Cecenia, gli istruttori statunitensi addestrarono i terroristi a montare esplosivi alla base dei lampioni, usando la corrente come elettrodetonatore. Quando l’esercito e i carri armati russi entravano, i terroristi premevano i pulsanti. Le esplosioni avrebbero colpito mezzi e personale russi entro pochi metri. Ciò sorprese i russi, perché tali bombe nascoste semplicemente non sono nel “DNA” militare russo. Ma sono molto americane. La CIA e Berretti verdi anno le trappole più sofisticate del mondo, e il ristorante “Separ” è una “firma” inglese o statunitense. Anche gli esperti di esplosivi di Gheddafi furono addestrati e armati da ex-agenti della CIA. Li aiutarono a mascherare trappole come lampade, sveglie, vasi, radio e persino portaceneri. Quindi, chi installò la bomba a Donetsk fu addestrato dagli Stati Uniti, tali bombe intelligenti ne sono la firma. Statunitensi ed inglesi preferiscono le bombe quando vogliono uccidere qualcuno. Ovviamente, in questo caso, usarono una talpa locale che aiutò il gruppo che pose la trappola. Così, mentre la Francia lavora col gruppo di contatto dei quattro di Normandia. per cercare di porre fine alla guerra civile in Ucraina, lo Stato profondo anglo-statunitense fomenta una nuova guerra.

INT: Può fornire maggiori dettagli? Ha avuto queste informazioni dalle sue fonti nel DGSE?
CB: I dettagli sono segreti, non posso dire di più. Ma vado ancora a Donetsk, dove incontrerò il nuovo leader della Repubblica, il signor Denis Pushilin. Condivideremo le informazioni con lui

INT: Grazie mille per averci invitato, Capitano Barril.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Contro-storia della "guerra fredda" Successivo L'operazione militare della Russia in Siria: tre anni dopo

Un commento su ““Sappiamo chi ha ucciso Aleksandr Zakharchenko”

  1. Alfvanred il said:

    Di bombe “intelligenti” o meno, ne sappiamo qualcosa anche noi in Italia. E tutte con la firma Cia.

Lascia un commento