Pokpung Ho, il carro armato più avanzato della Corea democratica

Military Watch 19 settembre 2018

Sebbene le risorse militari più prolifici della Corea democratica siano armi di distruzione di massa, missili balistici, forze speciali, sottomarini e la rete di fortificazioni e tunnel, l’Esercito popolare coreano ha anche investito nel potenziamento delle capacità convenzionali. Durante le prime fasi della Guerra di Corea i carri armati erano una risorsa significativa e ben utilizzato che, secondo i rapporti statunitensi, permisero a una forza nordcoreana di 70000 effettivi di sconfiggere ripetutamente una forza combinata sudcoreana e statunitense di 140000 soldati nei primi mesi del conflitto. L’impiego efficace dei corazzati permise diverse vittorie alla Corea democratica contro un’alleanza ben più grande e meglio armata, e le Forze Armate del Paese continuarono ad investire nella guerra corazzata insieme alle ampie capacità asimmetriche, sviluppando diversi carri armati, pezzi di artiglieria pesante e munizioni anticarro nazionali. Avendo prodotto e esportato con successo il Chon’ma Ho negli anni ’80, la Corea democratica sviluppò un nuovo carro armato per contrastare le più moderne piattaforme corazzate di Corea del Sud e Stati Uniti. Il più moderno carro armato nordcoreano Pokpung Ho fu quindi sviluppato sulla base delle tecnologie del carro armato sovietico T-72, attualmente in servizio in 40 Stati, tra cui Russia, Corea democratica, Siria, India e Iran. Il T-72 è stato un grande successo, definito dal Presidente Hafiz al-Assad, “il miglior carro armato del mondo” per le vittorie in mani siriane contro i carri armati israeliani durante la guerra del Libano, un conflitto in cui gli equipaggi nordcoreani ebbero in particolare un ruolo chiave nei rami corazzati e d’artiglieria siriani nell’ottenere preziose esperienze in combattimento. Le versioni modernizzate del T-72, come il T-72B3, continuano a costituire il pilastro corazzato russa finora, e l’industria della difesa della Corea democratica ha praticamente continuato a modernizzare lo scafo del Pokpung Ho aggiungendo nuovi sistemi di protezione, munizioni e possibilmente motori potenziati. Secondo quanto riferito, i tecnici nordcoreani hanno avuto accesso al T-80 sovietico e al Chieftain inglese attraverso l’Iran, durante la progettazione del Pokpung Ho, che avrebbe fornito ulteriori preziose tecnologie integrate per la piattaforma, che fu progettata in un momento in cui l’Unione Sovietica approvava diversi importanti trasferimenti tecnologici a Pyongyang, in particolare nell’industria della Difesa, dagli aerei da combattimento alle tecnologie nucleari.
Il Pokpung Ho utilizza armature composite avanzate, un potente motore da 1500 cv, 2 lanciamissili di superficie, 2 lanciamissili anticarro e lanciagranate binate. Il carro armato è inoltre armato con una pesante mitragliatrice antiaerea KPV, una mitragliatrice coassiale e quattro lanciagranate fumogene. L’armamento principale è l’ avanzato 2A46 da 125 mm a canna liscia, lo stesso cannone dei carri armati russi T-80 e T-90. Insieme all’armamento pesanti, il carro armato vanta anche capacità di combattimento notturno, con sensori a infrarossi, un telemetro laser e un proiettore. Nel tempo è stata aggiunta un’armatura reattiva aggiuntiva per migliorare la capacità di sopravvivenza del Pokpung Ho, e ci si aspetta che nuove munizioni siano state sviluppate per il cannone. sebbene le capacità di questi proiettili rimangano sconosciute. La capacità del carro armato nell’operare come piattaforma di difesa aerea insieme al ruolo tradizionale è influenzata dalla dottrina della difesa della Corea democratica che dà priorità alla dotazione di tutte le componenti delle proprie forze armate, inclusa la fanteria, di una difesa aerea che compensi la relativa debolezza del Paese nell’Aeronautica. Una dottrina simile sembra essere stata adottata dalle Forze Armate russe, dotando il carro armato T-14 Armata di simili avanzate capacità antiaeree.
Come operi il Pokpung Ho in un conflitto nella penisola coreana, è pure speculazione, ma il carro armato è stato progettato specificamente per la guerra nel terreno montagnoso della Corea. Capace di arrampicarsi e sparare da pendenze estreme, ben oltre la maggior parte dei carri armati, il veicolo avrà un vantaggio significativo contro piattaforme non specializzate come l’M1 Abrams. Se il Pokpung Ho è stato sviluppato più di recente rispetto al carro armato statunitense, entrambi hanno tecnologia di terza generazione, superate dal ben più capace carro sudcoreano K2 Black Panther di quarta generazione, considerato il carro armato più avanzato in il mondo. Un vantaggio che il Pokpung Ho manterrà comunque è l’abilità specializzata di arrampicarsi e sparare da angoli estremi e quindi operare efficacemente nel terreno montagnoso della Corea democratica, una capacità che potrebbe rivelarsi decisiva in un possibile conflitto. Il Pokpung Ho è stato costruito con tecnologie straniere ampiamente testate e combinate con potenti sistemi indigeni producendo un carro armato che probabilmente potrà reggere il confronto in una guerra difensiva nella penisola coreana, un ruolo le cui speciali capacità sono state costruite su misura.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Gli USA sanzionano Pechino per l'acquisto di armamenti russi Successivo Lo scopo dell'attacco sionista che abbattè l'aereo russo, era assassinare il Presidente Assad