Russia e Cina conducono le grandi esercitazioni militari Vostok-2018

Seraphim Hanisch, The Duran 14 settembre 2018

L’alleanza del Presidente Putin de del Presidente Xi Jinping mostra una grande esercitazione di prontezza militare.
Ecco uno sguardo alla massiccia esercitazione militare “Vostok” (“Est”) che si svolge in Siberia, nella Russia orientale, in queste due settimane. Questa particolare manovra è enorme, cui truppe cinesi partecipano per la prima volta nel suolo sovrano russo. Il Presidente Putin avviava una spettacolare sfilata che vedeva blindati, truppe e aerei militari russi e cinesi sul campo di addestramento in Siberia. La parata faceva parte dell’esercitazione Vostok-2018, la più grande da decenni.
Il Presidente Vladimir Putin arrivava il 13 settembre ad osservare le esercitazioni Vostok 2018, in cui truppe russe, cinesi e mongole si addestrano in operazioni difensive e offensive, interessando decine di carri armati, artiglieria pesante, sistemi missilistici e aviogetti da combattimento, oltre a migliaia di soldati e ufficiali. Il Presidente Putin aveva anche inaugurato la grande parata sul campo di addestramento Tsugol dell’esercito russo elogiando le truppe per le loro prestazioni nell’esercitazione militare, tuttavia ribadendo che la dimostrazione di forza militare non è diretta contro nessuno, poiché la Russia cerca “un partenariato costruttivo”. La rivista delle truppe iniziava con blindati leggeri che issavano bandiere russe e cinesi lungo il piazzali della parata, seguite da quattro aerei da combattimento che sorvolavano l’area.

Decine di veicoli da combattimento BMP-2 dell’esercito russo seguivano, lasciando il posto a una schiera di blindati, come i veicoli trasporto truppe BTR-82, Tigr e Tajfun. Seguiti da carri armati T-72B3, della famiglia T-72, accompagnati da carri armati cinesi Tipo 99 e da veicoli da combattimento Tipo 08. I missili tattici russi Iskander-M, i lanciafiamme TOS-1, così come i sistemi lanciarazzi multipli Tornado apparivano nella sfilata.

Uno stormo di elicotteri, bombardieri tattici e aviogetti da combattimento fecero una spettacolare sfilata alla fine della parata. Agli aerei russi si aggiungevano diversi bombardieri cinesi Xian JH-7 ed elicotteri d’attacco Z-19.

Alla fine della parata, Putin decorava gli ufficiali russi e cinesi distintisi nelle esercitazioni.

Vostok 2018 è la più grande esercitazione militare tenuta dalla Russia in oltre tre decenni. Le esercitazioni hanno visto truppe provenienti da Russia, Cina e Mongolia per affinarsi nella guerra convenzionale nell’est della Russia. La Marina Militare russa si addestrava nel Mare del Giappone, Mare di Bering e Mare di Okhotsk. L’esercitazione coinvolge circa 300000 soldati russi, tra cui 6000 truppe aviotrasportate, oltre 1000 aerei da guerra, elicotteri e droni, circa 36000 mezzi e 80 navi da combattimento e supporto. Per garantire la massima trasparenza, il Ministero della Difesa russo invitava 87 osservatori da 57 Paesi. Anche Sputnik seguiva l’esercitazione ricevendo le dichiarazioni del presidente russo su motivo e motivazioni dell’enorme evento: “La Russia è uno Stato pacifico, non abbiamo e non possiamo avere piani aggressivi”, aveva detto il Presidente Vladimir Putin nel poligono di Tsugol. Tuttavia, l’esercito russo deve essere pronto a proteggere la sovranità e la sicurezza nazionale, nonché a sostenere gli alleati del Paese, sottolineava Vladimir Putin. “Il nostro dovere verso il nostro Paese e la nostra Patria è essere pronti a proteggere sovranità, sicurezza ed interessi nazionali del nostro Paese e, se necessario, a sostenere gli alleati”, aveva detto.
Inoltre, le manovre Vostok-2018 dimostravano che l’esercito russo può contrastare significative minacce militari, sottolineava Putin. “Avete dimostrato abilità militari, la vostra capacità di contrastare con successo le potenziali minacce militari”, aveva detto Putin rivolgendosi alle truppe che partecipavano alle esercitazioni. Putin inoltre sottolineava di aver valutato molto bene le prestazioni dell’esercito e della marina russi nelle esercitazioni Vostok-2018. “Oggi qui, nel poligono Tsugol nel territorio di Zabajkalskij, la fase più attiva delle esercitazioni Vostok-2018 si conclude. Avete dimostrato elevate capacità. Tutte le unità e le formazioni hanno adempiuto ai compiti stabiliti”, aggiungeva il presidente russo, che affermava che Esercito e Marina russi non avevano mai affrontato un esame così difficile.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Tre guerre per procura sconosciute tra Unione Sovietica e Stati Uniti Successivo Il Forum economico orientale della Russia conclude per la de-dollarizzazione