La Russia avverte su un attacco alla Siria

Paul Antonopoulos, Fort Russ 7 settembre 2018

Le Forze Armate russe hanno effettuato più di 50 esercitazioni al combattimento della Marina Militare e delle Forze Aerospaziali nel Mar Mediterraneo. L’aviazione effettuava 50 attacchi e 15 operazioni di rifornimento in volo, secondo il Viceammiraglio Vladimir Koroljov, comandante in capo della Marina Militare russa. “Oggi, più di 50 esercitazioni al combattimento sono state eseguite con successo dalla Marina Militare e dalle Forze Aerospaziali russa, furono effettuati oltre 50 attacchi dell’aviazione navale, durante i quali furono effettuate 15 operazioni di rifornimento in volo”, rivelava Koroljov durante l’ispezione delle manovre in Siria, aggiungendo che i militari avevano anche condotto 150 esercitazioni di addestramento per le squadre operative navali. “Voglio sottolineare che tali manovre si svolgono per la prima volta nella storia della Russia moderna e che navi da guerra moderne, navi di rifornimento ed aviazione navale vi partecipano”, aggiungeva l’ammiraglio.
Le forze navali e aerospaziali russe conducono esercitazioni congiunte su larga scala nel Mar Mediterraneo dall’1 all’8 settembre. Le esercitazioni coinvolgono 26 navi da guerra provenienti dal Mar del Nord, Mar Baltico, Mar Nero e Flottiglia del Caspio, tra cui due sottomarini, velivoli a lungo raggio e velivoli navali. Questo mentre si aspetta che Stati Uniti, Regno Unito e Francia lancino un attacco alla Siria mentre si prepara a liberare la provincia Idlib occupata dai forze terroristiche. Gli Stati Uniti avevano detto che lanceranno attacchi se armi chimiche venissero utilizzate dal governo siriano, consentendo alle forze terroristiche per creare una falsa bandiera come fatto più volte, dalla tristemente nota Duma. Anche se è improbabile che la Russia risponda con una rappresaglia a un simile attacco alla Siria, le significative esercitazioni militari nel Mar Mediterraneo forse scoraggeranno le potenze imperialiste dall’attaccare le postazioni militari siriane per cercare di salvare i loro alleati terroristi. Si prevede che l’Esercito Arabo Siriano inizi l’offensiva contro i terroristi nella provincia d’Idlib questo mese.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Un RQ-4 Global Hawk dell'intelligence statunitense precipitato nel Mediterraneo Successivo Così la Russia resisterà a un attacco nucleare