Crea sito

La Russia aggiorna la flotta dei bombardieri a lungo raggio

Andrej Akulov SCF 21.08.2018

La Russia aggiorna le tre punte della triade strategica. L’aviazione strategica è stata recentemente potenziata, con tutti gli aeromobili russi radicalmente rinnovati per vantare nuove funzionalità. L’industria aerospaziale russa Tupolev, gigante in questo settore, firmava un contratto col Ministero della Difesa per aggiornare “radicalmente” i bombardieri strategici Tu-95MS, in modo che rispettino lo standard MSM. Anche Tu-160 e Tu-22 M3 vengono aggiornati nel Tu-160M2 e Tu-22M3M. L’intera flotta acquisirà nuove funzionalità. Il primo bombardiere ad ala a geometria variabile supersonico Tu-160M2 prenderà il volo verso la fine del 2019. Il Generale Valerij Gerasimov, Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate Russe, notava che l’aereo avrà nuovi avionica e motori. Le apparecchiature elettroniche includeranno solo componenti prodotti in Russia. Tu-22M3M, Tu-160M2 e Tu-95MSM saranno armati con nuovi missili da crociera a lungo raggio che hanno già superato i test e sono pronti per la produzione in serie. Tutto sommato, vi sono circa 60 Tu-22M3M attualmente in servizio nell’Aeronautica russa. 30 saranno aggiornati alla versione M3M. L’aggiornamento è completo e comprende nuovi dispositivi avionici, apparecchiature per la radio-navigazione digitale, nuova suite di comunicazioni e nuovo sistema di controllo delle armi. A differenza di Tu-160 e Tu-95, non è incluso nel conteggio del Nuovo START. Con una velocità di crociera di 900 km/h, il raggio d’azione è di circa 7000 chilometri senza rifornimento. È possibile utilizzare tutte le varietà di armi, compreso il missile da crociera antinave a lungo raggio Kh-32 con una portata operativa di 1000 km ed in grado di raggiungere la velocità di oltre Mach 4 nella fase terminale di una traiettoria complessa. Il missile ipersonico aerodinamico Raduga Kh-15 dalla portata operativa di 300 km è un’arma di scelta. Il Tu-22M3M può trasportare tre Kh-32 (del peso di circa sei tonnellate ciascuno) o 12 dei missili Kh-15 più leggeri. Il Tu-22M3 ha recentemente testato il missile ipersonico Kinzhal.
Secondo Rossijskaja Gazeta, fonte ufficiale del governo, la versione Tu-95MSM con un raggio operativo di 7000 km (10000 km con rifornimento in volo) non avrà bombe, ma trasporterà solo armi a guida di precisione e lancio a distanza. L’arma principale è il missile da crociera Kh-55. Può trasportarne sei internamente e altri dieci sotto le ali. La suite di armi include i più recenti missili aria-superficie Kh-101, con sei di essi alloggiati all’interno e altri 16 trasportati esternamente. La portata del missile supera i 5000 km. I Tu-160 e Tu-95MS effettuarono 66 attacchi missilistici contro obiettivi terroristici in Siria, con elevata precisione. La versione aggiornata del velivolo avrà la capacità di reindirizzare i missili da crociera dopo il lancio. I missili possono essere reindirizzati quando sono già in rotta sugli obiettivi. Questa è una nuova capacità per l’Aeronautica russa. Questo mese, due Tu-160 sorvolarono l’Alaska “per la prima volta nella storia”. Secondo quanto riferito, volando per circa 7000 chilometri dalla base di Saratov, nella Russia sud-occidentale, ad Anadyr, nella penisola della Chukotka che si affaccia sullo Stretto di Bering e l’Alaska. Attualmente, la flotta operativa di 16 aeromobili delle Forze Aerospaziali (già note come Aeronautica) è sottoposta a aggiornamenti a vari livelli per estenderne la vita operativa ed espanderne le capacità d’attacco. A gennaio, il Presidente Vladimir Putin ordinò l’aggiornamento dei Tu-160. Capace di velocità superiori a Mach 2, il Tu-160 acquisirà la capacità di lanciare missili da crociera a lungo raggio a distanza, rendendo così insignificante l’assenza della funzione stealth. Costruire nuove cellule è fondamentale nella storia dell’Aviazione Strategica russa. La modernizzazione dei bombardieri supersonici Tu-160 è in corso e dovrebbe essere completato entro il 2030, insieme all’aggiornamento del Tu-22M3M. Finora sono stati assegnati 2,8 miliardi di dollari per il primo lotto di 10 bombardieri strategici Tu-160. Ci sono piani per costruire cinquanta nuovi velivoli Tu-160M2 al ritmo di tre all’anno. Gli aggiornamenti comprenderanno ogni componente, rendendolo un bombardiere completamente nuovo in tutto tranne il nome. Secondo gli esperti, si tratterà di un “totalmente nuovo velivolo con nuovo sistema di controllo del tiro e navigazione, un avanzato sistema di guerra elettronica, un nuovo cockpit e motori più efficienti nel consumo di carburante”. La versione Tu-160M2 sarà pronta per la produzione in serie tra il 2020 e il 2021 col 60% dell’equipaggiamento aggiornato, incluso un moderno cockpit in vetro. Il nuovo motore NK-3202 è stato progettato per il bombardiere potenziato. Con l’aiuto della moderna aviocisterna Il-78, il Tu-160 potrà raggiungere qualsiasi punto del pianeta.
Tutti i bombardieri modernizzati saranno equipaggiati col sottosistema di calcolo speciale ognitempo SVP-24 per un puntamento preciso. Il sistema può funzionare anche se i ricevitori GLONASS sono inceppati. Permette il lancio e dimentica, consentendo al pilota di concentrarsi sul contrasto delle minacce e la ricerca di nuovi obiettivi da attaccare. Le condizioni meteorologiche e l’ora del giorno diventano fattori irrilevanti. I giorni d’oro della flotta aerea strategica della Russia arrivano, portando a un’ampia ripresa che fornirà alla flotta nuove funzionalità e la porterà al primo posto nel mondo. La capacità d’attacco convenzionale saranno aumentate con l’aggiunta di moltiplicatori di forza relativamente economici ma efficienti. Il Kh-101 supera di gran lunga qualsiasi analogo occidentale. La combinazione tra bombardiere strategico e missile dal lancio a distanza estremamente preciso fornisce alla Russia la capacità di colpire qualsiasi obiettivo ovunque con breve preavviso. L’Industria della Difesa russa è all’altezza e pronta a compiere la sua missione.

Traduzione di Alessandro Lattanzio