Fortezza inespugnabile

Dr. Muhamad Abdu al-Ibrahim, Syria Times, 1 agosto 2018

L’Esercito Arabo Siriano è lo scudo fortificato della Patria di fronte le continue tempeste malvagie e aggressive di ogni episodio distruttivo del piano sionista-statunitense rivolto a tutti e senza eccezioni, dichiarava il Presidente Bashar al-Assad, nel messaggio per il 73° anniversario della fondazione dell’Esercito Arabo Siriano scritto dal Tenente-Generale Bashar al-Assad, comandante generale dell’esercito e delle forze armate.
Il Presidente Assad indicava l’Esercito Arabo Siriano quali uomini di dignità, sovranità e orgoglio che passano da un traguardo all’altro e da una vittoria all’altra di fronte al terrorismo organizzato e ai suoi sostenitori internazionali e regionali. “Hanno inoltre dimostrato di essere i difensori della Patria e scudo contro le tempeste della malvagità e dell’aggressione, inseguendo i terroristi per schiacciarli mentre scappano dalle loro determinazione, volontà e insistenza nel purificare tutta la nostra amata terra da atrocità e crimini”, aggiungeva il Presidente Assad. “Avete dimostrato al mondo intero per sette anni e più che siete l’accademia integrata a pieno titolo da nazionalismo, coraggio, sacrifici, come una fortezza inespugnabile su cui il terrorismo s’infrange, rimarrete gli artefici di azioni eroiche e miracoli”, sottolineava il Presidente Assad. “Grazie ai vostri sacrifici ed eroismo, godiamo oggi di sicurezza e stabilità in gran parte delle regioni, da Homs a Palmyra, Aleppo, Qalamun, Dayr al-Zur, Ghuta orientale e occidentale, deserto di Dayr al-Zur e altre città, campagne e luoghi dove i terroristi “sono trincerati e supportati da armi, equipaggiamenti, denaro e macchine dell’informazione ingaggiati prima di essere sconfitti e scacciati con umiliazione”, osservava il Presidente Assad.
“La vittoria è scritta da Voi di fronte al sole dell’orgoglio e della dignità che sorge e sulle note del vostro eroismo e delle vostre conquiste il mondo si riadatta laddove la storia scrive pagine profumate dalla fragranza del vostro sacro sangue”, aggiungeva il Presidente Assad. “Siete stati conseguenti e fedeli ai vostri impegni, al popolo e alla Patria, custodi della storia e del futuro, difensori dell’onore e della terra ed artefici della vittoria e della vita”, osservava il Presidente Assad. “Che le anime dei nostri beati martiri riposino in pace e che le ferite dei nostri eroi guariscano al più presto possibile, orgoglio e onore per i pazienti familiari dei nostri martiri e diamo appuntamento alla vittoria che giungerà presto”, concludeva il Presidente Assad.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Il successo militare russo Successivo Il programma dei droni dello Stato islamico svela le linee dei ratti della NATO