Crea sito

Il Venezuela rivede le relazioni con la Spagna

Orinoco Tribune, 28 febbraio 2021

Il 27 febbraio, il Presidente Nicolás Maduro annunciava che, in vista della visita del ministro degli Esteri spagnolo Arancha González Laya nella città colombiana di Cúcuta, al confine Colombia-Venezuela, il suo governo esaminerà “a fondo” le relazioni con la Spagna “a tutti i livelli”. “Rivedremo a fondo il nostro rapporto con la Spagna a tutti i livelli”, dichiarava Maduro in una trasmissione televisiva. “Basta con le aggressioni. Abbiamo avvertito il governo spagnolo da tempo, il nostro Ministro degli Esteri ha avvertito il governo spagnolo che risponderemo a qualsiasi aggressione, che si tratti di parole, azioni o attività diplomatiche o politiche. Basta con l’ipocrisia”, aggiunse il presidente. Nel discorso, il Capo di Stato descrisse il comportamento della diplomatica spagnola come “ipocrita”, sottolineando che sostiene “la politica xenofoba del governo colombiano contro i venezuelani” e indicava che, d’ora in poi, “chiunque voglia buoni affari, deve rispettare e trattare bene il Venezuela”, poiché il suo governo non accetterà più interferenze straniere. “Basta con l’ipocrisia, con gli abusi”, denunciava il Presidente Maduro. “Basta con le posizioni bifronte. Basta coi doppi standard del ministro degli Esteri spagnolo, favorendo i paramilitari colombiani, favorendo il governo colombiano e gli omicidi e i massacri”. Inoltre, Maduro criticava González Laya per non aver approfittato della sua visita in Colombia per parlare contro i massacri dei leader sociali e difensori dei diritti umani e, invece, preferiva andare al confine colombiano per “parlare contro il Venezuela”.
Sui doppi standard diplomatici dell’Unione Europea, indicava l’incuria dei Paesi del blocco verso i migranti che fuggono da guerre e destabilizzazioni in Africa e muoiono a migliaia nel Mar Mediterraneo. A questo proposito, esortava il ministro degli Esteri spagnolo ad assumere il ruolo che le corrisponde, invece di interferire negli affari interni del Venezuela. “Vai nel Mediterraneo e cerca e dai rifugio alle migliaia di africani che muoiono attraversando il Mediterraneo”, consigliava il presidente venezuelano.

Traduzione di Alessandro Lattanzio