Crea sito

L’Iran costruisce una nuova fabbrica per centrifughe nucleari

PressTV, 18 luglio 2018

Il capo del programma nucleare dell’Iran dice che il Paese ha completato la costruzione di una fabbrica avanzata specializzata nella produzione di rotori per centrifuga al fine di migliorare la capacità di arricchimento dell’uranio senza violare i limiti fissati dall’accordo nucleare del 2015. Ali Akbar Salehi, capo dell’Organizzazione dell’energia atomica iraniana (AEOI), dichiarava che il programma è operativo in linea col recente decreto del leader della rivoluzione islamica Ayatollah Seyyed Ali Khamenei per raggiungere 190000 SWU (unità operative) per l’arricchimento dell’uranio. Salehi indicava che, invece di completare il programma in sette o otto anni, il Paese aveva costruito la struttura nel corso dei negoziati che portarono all’accordo nucleare del 2015. “Tuttavia, la fabbrica non è ancora operativa“, affermava il direttore dell’AEOI. Salehi aggiungeva che l’impianto può realizzare rotori per circa 60 centrifughe Progetto IR-6 al giorno, osservando che una di tali centrifughe ha una capacità di arricchimento di 10 SWU. Il funzionario stimava che con questa fabbrica, l’Iran potrà raggiungere la capacità di 190000 SWU in 10 mesi. “Il Leader è stato informato e gli abbiamo dato le informazioni necessarie. E ora col suo ordine, la fabbrica è entrata in funzione“, aggiungeva.
Il Leader ha ordinato a funzionari e istituzioni incaricati di prepararsi a rafforzare la capacità di arricchimento del Paese nel caso in cui l’accordo nucleare decada ora che gli Stati Uniti l’hanno demolito unilateralmente. A maggio, Washington si ritirò dall’accordo, che ha Regno Unito, Francia, Russia, Cina e Germania co-firmatari. Aveva anche detto che reimporrà le sanzioni sul nucleare, revocate dall’accordo. “Abbiamo fatto tutto in linea coi regolamenti“, dichiarava Salehi. Il Paese non ha violato l’Accordo di salvaguardia dell’Osservatorio nucleare delle Nazioni Unite, del Protocollo addizionale del Trattato di non proliferazione nucleare, che autorizza le ispezioni, o dell’accordo stesso, osservava.

Traduzione di Alessandro Lattanzio