Crea sito

Scienziato nucleare iraniano assassinato da Israele per provocare la guerra

Moon of Alabama, 27 novembre 2020

Oggi il principale scienziato nucleare iraniano Mohsen Fahrizade veniva assassinato in un complesso attacco terroristico mentre guidava sull’autostrada presso Absard, una cittadina ad est di Teheran. Un’esplosione fermò la sua auto. Poi gli furono sparati colpi da due direzioni.
Tra il 2010 e il 2012 altri quattro scienziati nucleari in Iran furono assassinati. Non ci sono dubbi su chi sia il mandante: “Fakhrizadeh fu nominato dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu nel 2018 come direttore del programma nucleare iraniano”. Quando Netanyahu rivelò che Israele aveva rimosso da un magazzino a Teheran un vasto archivio di materiale iraniano che dettagliava il suo programma di armi nucleari, disse: “Ricordate quel nome, Fakhrizadeh”. Secondo l’AIEA l’Iran non ha un programma di armi nucleari. Più di 20 anni fa, alcuni scienziati iraniani condussero uno studio organizzativo su ciò che avrebbero dovuto fare per creare un programma di armi nucleari. Ma la politica intervenne e il programma non fu mai lanciato.
La Repubblica islamica dell’Iran sin dall’istituzione ha respinto le armi di distruzione di massa per motivi religiosi. Il suo leader Ayatollah Khamenei emise una fatwa che vieta qualsiasi tentativo di sviluppare, produrre o introdurre in altro modo tali armi. Sebbene un attacco terroristico contro il principale scienziato nucleare possa essere visto come un atto di guerra, è improbabile che l’Iran si vendichi apertamente. Ciò farebbe il gioco di Netanyahoo che tenta di spingere gli Stati Uniti ad attaccare l’Iran.
L’assassinio di Mohsen Fahrizade non mira al programma nucleare iraniano. Il suo scopo è eliminare l’accordo nucleare coll’Iran prima che il presidente eletto Joe Biden entri in carica.
Ci sono aspettative, che io non ho, che Biden ritorni all’accordo nucleare con l’Iran. L’amministrazione Trump abbandonò l’accordo e reintrodusse gravi sanzioni contro il Paese. Il presidente Trump ritwittava la notizia dell’assassinio oggi. Se Biden vuole davvero rilanciare l’accordo dovrà condannare immediatamente l’assassinio. Obama fece la stessa cosa quando un altro scienziato fu ucciso. Mancano 55 giorni prima che Trump lasci l’ufficio. Netanyahu li userà per lanciare altre provocazioni.

Traduzione di Alessandro Lattanzio