Crea sito

La CIA assegna un contratto miliardario segreto ad Amazon, Microsoft, Google, Oracle e IBM

Jackie Niam, Nextgov 20 novmbre 2020

L’agenzia ha assegnato un contratto per portare i servizi cloud fondamentali da più fornitori di servizi nella comunità dell’intelligence. La Central Intelligence Agency ha assegnato il tanto atteso contratto Commercial Cloud Enterprise, o C2E, a cinque aziende: Amazon Web Services, Microsoft, Google, Oracle e IBM. Nell’ambito del veicolo contrattuale C2E, le società competeranno ordini di attività specifici emessi dalla CIA anche per conto di altre 16 agenzie della comunità d’intelligence. La CIA non ha rivelato a Nextgov il valore del contratto, ma i documenti di appalto emessi dall’agenzia nel 2019 indicano che potrebbe valere “decine di miliardi” di dollari nel prossimo decennio e mezzo. “Siamo entusiasti di lavorare coi molteplici partner del settore a cui è stato assegnato il contratto CSP (Intelligence Community (IC) Commercial Cloud Enterprise (C2E) Cloud Service Provider (CSP) e non vediamo l’ora di utilizzare, insieme ai nostri colleghi IC, le funzionalità cloud estese derivanti da questa diversificata partneship”, aveva detto la portavoce della CIA Nicole de Haay. C2E rappresenta il prossimo passo della CIA nel cloud computing, avendo assegnato un contratto esistente, denominato C2S, ad Amazon Web Services nel 2013 per fornire una varietà di servizi cloud computing a CIA ed agenzie di intelligence, tra cui National Security Agency e FBI.
Questa volta, la CIA ha deciso di assegnare a più fornitori di servizi cloud un posto nel contratto per competere su ordini di attività specifici a vari livelli di classificazione, fino al top secret. Attraverso il contratto C2E con consegna a tempo indeterminato a più premi e quantità indefinite, la CIA cerca servizi cloud fondamentali, comprese funzionalità di infrastruttura, piattaforma e software-as-a-service, nonché servizi professionali. Questo approccio pluripremio apre le porte ad altri fornitori di servizi cloud, come Google, Microsoft, Oracle e IBM, affinché si uniscano ad AWS nel servire le agenzie di intelligence. AWS, tuttavia, che detiene il contratto C2S fino al 2023, rimane l’unico fornitore di servizi cloud a fornire funzionalità cloud ai carichi di lavoro a tutti i livelli di classificazione, compresi quelli classificati come top secret. Microsoft è il concorrente più vicino ad ottenere l’autorizzazione per ospitare dati top-secret. “Siamo onorati di continuare a supportare la comunità d’intelligence mentre amplia l’utilizzo trasformativo del cloud computing. Insieme, costruiamo soluzioni innovative a tutti i livelli di classificazione dall’eccellenza operativa che consentono di eseguire le missioni più velocemente e in modo più sicuro”, dichiarava a Nextgov un portavoce di AWS. “Apprezziamo che il governo abbia scelto Microsoft e siamo ansiosi di fungere da partner integranti nel sostenerne la missione complessiva”, aveva detto un portavoce di Microsoft in un comunicato. “Non vediamo l’ora di fornire alla comunità dell’intelligence le nostre ultime funzionalità uniche e differenziate per il cloud e la produttività di Azure”.
“IBM è orgogliosa di rafforzare la collaborazione col governo federale degli Stati Uniti con questo premio strategico per fornire all’US Intelligence Community (IC) la flessibilità del cloud ibrido IBM e le sofisticate funzionalità di sicurezza per supportare carichi di lavoro mission-critical”, Jay Bellisimo, General Manager di IBM per il mercato pubblico USA e Federale, dichiarava in un comunicato. “La nostra posizione di azienda commerciale leader globale nel cloud ibrido aperto ha affinato l’esperienza per aiutare i nostri clienti a passare senza problemi a un ecosistema multi-cloud in conformità cogli standard di sicurezza del cloud. Non vediamo l’ora di mettere le nostre conoscenze al servizio dell’IC e dei principali partner per la sicurezza nazionale”. “Oracle ha il privilegio di continuare ed espandere il proprio supporto all’US Intelligence Community ed è lieto di essere considerato fornitore di servizi cloud aziendale per l’US Intelligence Community”, affermava in una nota un portavoce di Oracle. “Siamo orgogliosi di essere stati nominati vendor per il contratto Commercial Cloud Enterprise (C2E). C2E è multi-cloud e garantisce che le agenzie non siano vincolate a un singolo fornitore e possiamo garantire capacità, ridondanza e soluzioni cloud di altissimo livello”, affermava un portavoce di Google in una dichiarazione. Rimaniamo impegnati a servire le organizzazioni del settore pubblico di tutte le dimensioni e questo premio si basa sul recente impulso federale per Google Cloud con NOAA, dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, Unità di innovazione della Difesa, Marina degli Stati Uniti, Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti, Amministrazione delle piccole imprese degli Stati Uniti e altro ancora”.
Il contratto e i documenti di gara di accompagnamento non sono stati resi pubblici. La CIA mira anche a premiare un “integratore di cloud” per fornire vari supporti di integrazione e strumenti di gestione del cloud, ma non l’ha ancora assegnato. Quella parte del contratto si rivolge agli integratori di sistemi tradizionali. Il C2E della CIA è uno dei tanti contratti cloud miliardari che il governo federale ha rilasciato negli ultimi anni. L’approccio della CIA consentirà a più società di fare offerte per ordini di attività specifici, a differenza delle recenti acquisizioni di grandi dimensioni cloud del Pentagono, che i funzionari avevano previsto di assegnare a una sola società. Due di questi appalti per la difesa a premio unico, le soluzioni dell’ufficio per l’impresa della difesa e l’infrastruttura per la difesa dell’impresa comune, hanno subito ritardi di anni. JEDI rimane impegnato in un contenzioso mentre AWS sfida la scelta di Microsoft da parte del dipartimento della Difesa, mentre DEOS è stata premiata per la terza volta a ottobre.

Traduzione di Alessandro Lattanzio