Crea sito

La SCO deve rafforzarsi

Global Times, 10/11/2020Il vertice annuale della Shanghai Cooperation Organization (SCO) si teneva il 10 novembre in collegamento video. Il Presidente Xi Jinping partecipava alla riunione e teneva un discorso importante. La Russia detiene la presidenza di turno della SCO quest’anno. Sebbene si sia tenuta online, la conferenza attirava enorme attenzione col COVID-19 che imperversava nel mondo, le incertezze in aumento, le tensioni al confine tra Cina e India e lo scoppio dei conflitti nella regione del Nagorno-Karabakh. La SCO è bandiera nella salvaguardia del multilateralismo. È anche importante piattaforma per promuovere sicurezza e cooperazione regionale. Rafforzare l’organizzazione è nell’interesse di tutti gli Stati aderenti e nel promuovere la governance globale. Istituita nel 2001, la SCO mirava inizialmente a combattere le tre forze del terrorismo, del separatismo e dell’estremismo attraverso il coordinamento. Fu aggiornata gradualmente per promuovere la cooperazione regionale. Gli Stati aderenti partecipano anche ad altre organizzazioni internazionali. Rispetto a queste organizzazioni, lo SCO è un gruppo i cui aderenti sono geograficamente vicini. Parte dalla sicurezza regionale e si espande allo sviluppo economico, coinvolgendo così i maggiori interessi di tutti gli aderenti. La sua importanza è evidente e il potenziale di sviluppo pressoché illimitato. A nostro avviso, è necessario che gli Stati aderenti della SCO costruiscano questa organizzazione come piattaforma importante per salvaguardare gli interessi nazionali e comuni regionali. Dovrebbero sviluppare buone relazioni con altri aderenti, capire le preoccupazioni comuni e promuovere congiuntamente la SCO per aver maggiore influenza nel mondo. Questa dovrebbe essere una delle basi della diplomazia degli aderenti.
Se la cooperazione nella SCO procede lentamente mentre la cooperazione interregionale che coinvolge alcuni Stati della SCO fa progressi rapidi, è necessario che l’organizzazione e gli Stati aderenti se ne chiedano il motivo. Dopo tutto, si ritiene che ciò che la SCO può dare ai suoi Stati componenti dovrebbe essere simile a un “piatto principale” piuttosto che a un contorno, considerando la stretta ubicazione geografica degli aderenti della SCO e la profondità dei loro interessi comuni.
Ci sono conflitti bilaterali tra gli Stati aderenti della SCO, come l’intenso attrito al confine tra Cina e India quest’anno. Tuttavia, l’esistenza dell’organizzazione è un promemoria degli interessi bilaterali Cina-India nonché collettivi nella regione che l’attrito sul confine non dovrebbe e non può essere tutte le relazioni Cina-India. Tenere sotto controllo le controversie sul confine, gestirne bene le relazioni e promuovere congiuntamente la cooperazione regionale è favorevole agli interessi strategici di Cina e India. Per chi non é disposto a vedere il rafforzamento della cooperazione SCO, negli Stati Uniti ed altri Paesi occidentali, denigrare l’organizzazione e sostenere i conflitti tra gli Stati della SCO è sempre stato l’orientamento di valore della loro opinione pubblica. Credono che anche la multi-polarizzazione dovrebbe incentrarsi sull’occidente e che la SCO non dovrebbe essere un centro di gravità. Pertanto, gli Stati aderenti alla SCO devono essere vigili su tali opinioni, mantenersi sobri e avere pensiero indipendente dalla propaganda occidentale. È giusto dire che la crescita della SCO dall’istituzione non andav a una velocità ideale, ma ha promosso gli interessi di tutti gli aderenti. Il terrorismo, il separatismo e l’estremismo sono stati colpiti e repressi nella regione e la stabilità politica nella maggior parte degli Stati aderenti è stata rafforzata. Fu sempre più consapevole della necessità di espandere la cooperazione economica tra gli Stati aderenti. Alcuni risultati sono stati raggiunti.
I componenti della SCO sono mercati emergenti. È nell’interesse di tutti i Paesi realizzare ulteriori sviluppi. Questi Paesi affrontano un ambiente in sviluppo, difficoltà e problemi simili. Hanno molto in comune su questi aspetti e potrebbero capirsi facilmente. La SCO è una comunità. Tutti gli aderenti dovrebbero compiere sforzi collettivi per contribuire alla costruzione di una comunità dal futuro condiviso per l’umanità.

Traduzione di Alessandro Lattanzio