Crea sito

Il bombardiere H-6N “Carrier Hunter” cinese

Military Watch, 17 ottobre 2020

Le prime immagini disponibili dei bombardieri medi H-6N equipaggiati con missili balistici dell’Esercito popolare di liberazione cinese (PLA) venivano rilasciate, dopo molta attesa da esperti militari ed appassionati di aviazione. La pubblicazione cinese “Modern Ships” di novembre rivelava le illustrazioni di un nuovo grande missile anti-nave imbarcato sull’H-6N, rappresentando una delle ultime iterazioni del progetto dell’H-6 insieme all’aero lanciamissili H-6J. Circa 270 bombardieri H-6 sono in servizio nel PLA, fornendo al Paese la più grande flotta di bombardieri del mondo. Si ipotizza che il nuovo missile balistico derivi dal più grande DF-21D “carrier killer” terrestre, e sembra aver un design compatto con propellente solido e una portata stimata ad oltre 2500 km. Il dispiegamento segue la presentazione del missile balistico ipersonico Kh-47M2 da parte della Russia, su cui ci si affida per le operazioni anti-nave che d’attacco con una portata di 2000 km, ed è schierato da velivoli MiG-31K e Tu-22M. Questo ovviamente è l’unico missile balistico aerolanciato in servizio nel mondo.
Lo scopo probabile previsto del nuovo missile balistico aerolanciato della Cina sono le operazioni d’interdizione nel Pacifico occidentale, un ruolo assegnato a una percentuale crescente della flotta di H-6. Il missile consentirà al PLA di colpire le navi da guerra nemiche, come portaerei, cacciatorpediniere e incrociatori, a distanze maggiori dalle coste cinesi rispetto al DF-21D terrestre, integrando una gamma ampia e rapida crescita delle risorse anti-nave, fornendo il maggior numero di mezzi possibili per colpire le navi nemiche e quindi rafforzare la capacità della Cina di negare l’accesso alle acque dell’Asia orientale agli avversari. Un rapporto del dipartimento della Difesa degli Stati Uniti indicava che il PLA riassegnava la flotta di bombardieri della sua Aeronautica dalla missione della deterrenza nucleare, che se fosse vera renderebbe il nuovo missile aerolanciato il candidato più probabile per l’attacco nucleare dato che è l’arma aerolanciata dalla maggiore gittata della Cina. Rimane incerto quale sia il ruolo principale del nuovo missile dell’H-6N, o se anche altri velivoli cinesi come il caccia d’attacco JH-7 o il nuovo bombardiere stealth H-20 saranno equipaggiate con missili balistici.

Traduzione di Alessandro Lattanzio