Crea sito

L’F-35 costa 10 miliardi di dollari di troppo

Military Watch, 13 settembre 2020

Secondo quanto riferito, il programma d’armamento più costoso nella storia del mondo, il caccia di quinta generazione F-35 Joint Strike Fighter, soffre di una falla di spesa per 10 miliardi di dollari secondo l’ultimo piano di bilancio quinquennale del Pentagono. Il programma F-35 ha avuto un costo stimato di oltre 1,7 trilioni e mentre il costo di ogni caccia F-35A si vide diminuire notevolmente a soli 80 milioni, a causa dei vantaggi della produzione in serie, i costi per ricerca e sviluppo, armi e soprattutto carburante, pezzi di ricambio e manutenzione hanno reso l’aereo estremamente costoso. Sebbene il costo operativo dell’F-35 sia significativamente inferiore a quello dell’F-22 Raptor, la controparte bimotore integra le stesse tecnologie ed era entrata in servizio dieci anni prima; e il fatto che oltre 3000 F-35 dovrebbero essere costruiti, rispetto ai soli 187 F-22, significa che un costo operativo elevato sarà considerevolmente meno abbordabile per la flotta F-35 di quanto non lo sia per la flotta di F-22. L’F-35 fu progettato come aereo multiruolo leggero a basso costo che avrebbe costituito la spina dorsale delle flotte nordamericane e alleate, successore delle piattaforme F-16 e F-18, progettate per dare priorità a bassi costi operativi grazie ai grandi numeri in cui dovevano essere schierati.
Il 75% del costo del programma F-35 è attribuito a quelli operativi, che rimangono di gran lunga superiori al previsto con requisiti di manutenzione eccessivamente elevati e consumo di carburante ben più elevata di qualsiasi altro aviogetto monomotore nel mondo. Uno dei risultati dell’elevata manutenzione del velivolo fu un basso tasso di disponibilità nell’aeronautica nordamericana, poiché è molto più difficile e costoso mantenere gli F-35 al combattimento rispetto a F-16 o F-18. I costi di supporto stimati, una volta costruiti gli aerei, aumentavano del 7% rispetto a una stima del 2012 e, sebbene siano improbabili ulteriori aumenti significativi, a meno che non vi sia un forte calo dei costi attuali, l’esercito nordamericano probabilmente sarà costretto a ridurre il numero di F-35 che prevede di adottare, riducendo gli squadroni o il numero totale di squadroni. L’F-35 è un velivolo potenzialmente formidabile apprezzato per le capacità di evasione dei radar e la potente suite di sensori e guerra elettronica, integrando il motore più potente di qualsiasi caccia al mondo. Il caccia fu oggetto di notevoli polemiche a causa dei gravi ritardi del programma, velocità molto bassa e mancanza di manovrabilità, e il fatto che l’aereo è ancora ben lungi dall’operatività nonostante sia entrato ufficialmente in servizio nel 2014 e 2015 nelle varianti B e A. Nonostante i gravi problemi delle prestazioni, il programma F-35 è ampiamente considerato “troppo grande per cadere”, il che significa che anche se gli ordini vengono ridotti, si prevedono investimenti aggiuntivi significativi almeno per i prossimi due decenni.

Traduzione di Alessandro Lattanzio