Crea sito

La Russia potenza i bombardieri Tu-95

Military Watch, 27 agosto 2020Nel grande sforzo per modernizzare rapidamente le forze strategiche, l’aviazione russa adottava una nuova classe di bombardieri strategici: il Tu-95MSM. Il bombardiere rappresenta un notevole miglioramento rispetto alle precedenti versioni del Tu-95, con le strutture dei velivoli modernizzate dall’United Aircraft Corporation russa integrando nuovi sistemi di controllo del volo, navigazione e comunicazione. Il Tu-95 è una delle tre classi di bombardieri della flotta russa, insieme al più recente Tu-160 attualmente in produzione di serie ed è due volte più veloce, e il più leggero Tu-22M che ha un ruolo tattico piuttosto che strategico ed ha un raggio limitato. Sebbene il Tu-95 compì il primo volo durante la guerra di Corea nel 1952, gli aerei attualmente in servizio furono costruiti tra il 1982 e il 1993, il che significa che sono nuovi rispetto a quelli nella maggior parte delle flotte russa e nordamericana. L’aereo è stato notevolmente ridisegnato in questo momento per servire principalmente come porta missili da crociera, consentendo loro di ingaggiare obiettivi nemici da ben oltre il raggio di ritorsione utilizzando missili a lungo raggio.
Forse il miglioramento più notevole al progetto del Tu-95 coll’ultimo aggiornamento è il raddoppio del carico utile da quattro a otto grandi missili da crociera. Il CEO dell’United Aircraft Corporation Jurij Sljusar dichiarava su questo aumento della potenza di fuoco del bombardiere: “È apparsa la possibilità di trasportare otto invece di quattro missili, vale a dire di raddoppiare il carico bellico e prolungare notevolmente la vita del velivolo”. Senza nuovi motori o serbatoi di carburante, tuttavia, questo cambiamento avverrà a scapito dell’autonomia del Tu-95, sebbene la portata sia ancora più che sufficiente ad effettuare attacchi missilistici contro qualsiasi obiettivo nel mondo. Sebbene il Tu-95 negli anni ’80 schierasse il missile da crociera Kh-55, da allora questi furono sostituiti dalle piattaforme Kh-101/102 che integrano una gamma di nuove tecnologie tra cui un profilo stealth, con sezione trasversale radar di 0,01 metri quadrati e una portata maggiore. Il Kh-101 trasporta una testata convenzionale che può essere esplosivo ad alto potenziale, penetrante o submunizioni, mentre il Kh-102 integra una testata nucleare tattica da 250 KT. Il Kh-101 fu testato in combattimento contro obiettivi dello Stato Islamico in Siria e ha dimostrato altissima precisione. I missili hanno una gittata compresa tra 3500 e 5500 km e, con ogni bombardiere Tu-95 che ne dispiega otto, consentendo all’Aeronautica russa di schierare un massiccio supporto missilistico contro obiettivi in Europa, Asia, Artide e Nord America.Traduzione di Alessandro Lattanzio