Crea sito

La crisi isterica occidentale per il vaccino russo del CoVID-19

Sergej Koljasnikov, Stalker Zone, 11 agosto 2020

Ancora una volta, questi russi! Il mondo democratico digrigna i denti dalla gioia per il vaccino contro il coronavirus russo.
Bloomberg (USA): l’Associazione delle organizzazioni di sperimentazione clinica ha chiamato il vaccino russo Covid-19 “vaso di Pandora”. “’Perché tutte le società seguono le regole, ma quelle russe no? Le regole per condurre studi clinici sono scritte nel sangue. Non possono essere violati”, aveva detto la direttrice esecutiva dell’ACTO Svetlana Zavidova. “Questo è un vaso di Pandora e non sappiamo cosa succederà alle persone a cui è stato iniettato un vaccino non provato”.”
Der Spiegel (Germania): Putin sogna un “momento Sputnik” . “I Paesi autocratici, inclusa la Russia, lavorano duramente per creare un vaccino contro il coronavirus. Allo stesso tempo, alcune fasi delle prove vengono ignorate e gli scienziati testano i vaccini sui soldati e se stessi”.
Süddeutsche Zeitung (Germania): Coronavirus: un vaccino inaspettato dalla Russia. L’autore parla della versione russa del vaccino progettato per sconfiggere il coronavirus. Vengono espressi alcuni dubbi: come potrebbe la Russia battere molti concorrenti? Ad esempio, il lavoro degli scienziati dell’Università di Oxford non terminerà i test fino all’autunno. In Russia, il vaccino già comincia ad arrivare a funzionari e medici.
The Daily Telegraph (UK): il Regno Unito farà a meno del vaccino contro l’“inaffidabile” coronavirus russo. Gli esperti sanitari britannici ritengono che molto probabilmente il Regno Unito non utilizzerà il vaccino russo sul COVID-19. Secondo il quotidiano, gli esperti sono confusi dalla mancanza di informazioni su come è stato testato il farmaco russo.
La spiegazione è abbastanza semplice. Il mercato per un vaccino contro il coronavirus oggi è il mondo intero. I ricavi dalla sua adozione ammonteranno a miliardi di dollari. Il Fondo russo per gli investimenti diretti ha già ricevuto richieste per l’acquisto di 1 miliardo di dosi del vaccino da oltre 20 Paesi. E deve accadere che i russi siano i primi a svilupparlo, e inizieranno a distribuirlo per un centesimo o gratuitamente, il che va contro i “principi” della democrazia e gli interessi dei Paesi democratici.
Ah, e un piccolo momento piccante. Diversi membri della citata “Association of Clinical Trials Organizations” da Bloomberg sviluppano il proprio vaccino… Ma ovviamente, una dichiarazione così tagliente non può in alcun modo essere correlata ai loro interessi, poiché sappiamo che questo non accade in democrazia…

Traduzione di Alessandro Lattanzio