Crea sito

Il nuovo motore per sottomarini cinese rivoluziona la guerra sottomarina

Jeffrey Lin e PW Singer, Popsci 2 giugno 2017

Ottobre rosso, versione immaginaria del sottomarino Akula (nome di riferimento della NATO Typhoon), ha due getti a pompa a poppa per una propulsione silenziosa (sebbene sia dichiaratamente plausibile utilizzare una rumorosa unità magnetoidrodinamica nel film). Secondo i media cinesi, i nuovi sottomarini nucleari useranno un getto a pompa altrettanto silenzioso e all’avanguardia. Nel libro di Tom Clancy (e nel film del 1990) The Hunt For Red October, un sottomarino sovietico debutta con un motore rivoluzionario e ultra-silenzioso che utilizza getti di pompa e tecnologia per la propulsione elettrica per eludere i nemici. I media cinesi riferivano che la nazione equipaggia il nuovo sottomarino nucleare con un motore che assomiglia molto all’immaginazione di Clancy.
Questo mese, la CCTV 13 trasmise l’intervista a un grande ingegnere navale cinese, il Contrammiraglio Ma Weiming, responsabile dello sviluppo di numerosi programmi elettromagnetici navali cinesi, tra cui catapulta e cannoni elettromagnetici. Nell’intervista affermava che la PLAN equipaggia i più recenti sottomarini d’attacco nucleare con un pumpjet anulare “senza albero”, un sistema di propulsione rivoluzionario e silenzioso. Se il sistema viene installato sulle unità più recenti, è probabile sia utilizzato sul primo sottomarino d’attacco nucleare Tipo 095 (SSN), in costruzione. Il getto a pompa anulare ha un motore elettrico a forma di anello all’interno della guaina del getto, che ruota col rotore a palette (le cui pale sono fissate a una banda rotante costruita sull’interno di un cilindro, al contrario dell’albero dell’elica) nella cavità del getto a pompa per creare spinta. I precedenti getti a pompa per sottomarini erano delle “eliche protette”, ovvero ugello tubolare che copre l’elica. Rimuovendo l’albero dell’elica, la riduzione del numero di parti in movimento riduce il rumore prodotto dal getto della pompa, oltre a risparmiare spazio nello scafo. I produttori affermano anche che i getti a pompa anulari sono più facili da mantenere ed hanno minore cavitazione (bolle che si formano durante il movimento dell’elica), rendendoli ancora più silenziosi. Sullo sfondo del video c’era un grosso macchinario elettrico, componente della propulsione elettrica integrata (IEPS) della PLAN. L’IEPS trasforma la potenza del motore della nave in elettricità, a differenza dei tradizionali progetti di propulsione che convertono la potenza del motore o del reattore in azione meccanica per far girare l’albero dell’elica.
L’elevata potenza elettrica può essere utilizzata per alimentare motori per eliche o possibili armi ad alta energia. Inoltre, IEPS ha molte meno parti mobili, rendendosi più silenziosi e quindi ideale per l’uso sui sottomarini. Se accoppiato a reattori silenziosi come il reattore a circolazione naturale indicato sul Tipo 095, il getto a pompa con azionamento anulare e IEPS può ridurre drasticamente la firma acustica di qualsiasi SSN. Questa combinazione, se funzionasse, sarà un vantaggio significativo per la potenza navale cinese. Dato che la Cina ha ampliato flotta di superficie, aerei furtivi e missili a lungo raggio in grado di colpire portaerei e basi aeree statunitensi, la forza sottomarina nordamericana era vista come il principale vantaggio in un qualsiasi confronto. A loro volta, i sottomarini nucleari cinesi rimasero indietro per la rumorosità. Detto in altro modo, queste innovazioni possono rafforzare su una debolezza storica.
La segnalazione è significativa per altri due motivi. In primo luogo, illustra la nuova apertura nei media cinesi nel discutere di tecnologia dei sottomarini nucleari precedentemente segreta, suggerendo maggiore fiducia nel mostrare nuove tecnologie militari per impressionare il pubblico nazionale e straniero. In secondo luogo, se il sistema funziona, i cinesi potrebbero aver sopravanzato nordamericani e britannici, i cui sottomarini lanciamissili balistici nucleari (SSBN) Columbia e Dreadnought hanno un’opzione per tali getti anulari, ma non entreranno in servizio prima del 2030. Mentre il il sistema sarebbe sul sottomarino di attacco cinese ed i SSBN cinesi potrebbero usarlo per migliorare azione furtiva e sopravvivenza e, per estensione, la credibilità del secondo colpo nucleare della Cina. Questi nuovi sistemi di propulsione sottomarini potrebbero non solo far navigare i sottomarini cinesi del futuro, ma dare a Pechino una vera armata subacquea da superpotenza.

Traduzione di Alessandro Lattanzio