Crea sito

Come Islam, India e Cina portarono all’ascesa del Colonialismo!

World Affairs

Gli eventi storici hanno così tante conseguenze indesiderate, e alcune sono molto ironiche. Ad esempio, l’occidente ha dominato il mondo negli ultimi 500 anni, ed è a causa della “scoperta” accidentale delle Americhe. E tale scoperta avvenne solo a causa di Islam, India e Cina. Ecco perché: “I singoli Paesi europei non furono mai potenti per molto perché continuavano a litigare tra essi e la popolazione di ciascun Paese era piuttosto piccola. L’impero romano fu l’unica eccezione, ma fu culmine intorno al 120 d.C. Quindi gli imperatori romani fuggirono a Costantinopoli (quella che oggi è Istanbul in Turchia). Dal 400 al 1400 l’Europa fu impantanata in “epoche buie”. L’Europa era povera e devastata da malattie come la peste. Ma ancora commerciava con India e Cina, e tale commercio era essenziale per mantenere a galla l’economia europea. Durante i “secoli bui” dell’Europa, i Paesi islamici prosperavano. E anche i mongoli divennero molto forti nel XIII e XIV secolo, occupando vaste terre d’Europa arrivando ai confini della Germania. Quindi, nel 1453, l’Impero ottomano sconfisse le ultime vestigia dell’Impero romano a Costantinopoli. I turchi ottomani controllarono il Mar Mediterraneo ponendo fine al commercio dell’Europa con India e Cina. Questo è il motivo per cui gli europei furono costretti a trovare la rotta verso ovest per l’Asia. Così, Colombo fu finanziato dal regno spagnolo per andare ad ovest, e sbarcò in quelle che ora sono le Americhe. Certo, pensava di essere sbarcato in India, e per questo gli indigeni furono chiamati “indiani”. Furono oro ed altre risorse naturali delle Americhe a rendere ricchi Spagna, Portogallo, Francia e Inghilterra. Senza le Americhe, tali Paesi sarebbero rimasti insignificanti. Non ci sarebbe stato nemmeno un rinascimento. L’enorme ricchezza proveniente dalle Americhe spinse la straordinaria crescita di scienza e letteratura in Europa.
Sfortunatamente, la scoperta delle Americhe portò anche a schiavitù e tratta degli schiavi, che portò a sofferenze insondabili per gli africani. Quindi, dopo aver assaggiato il colonialismo, gli europei si avventurarono in Asia e Africa, conquistando un pezzo di terra dopo l’altro, divenendo più forti ad ogni passo. Quindi, ironicamente, la sconfitta dell’Europa da parte dell’Impero ottomano portò a un’Europa forte.
Nel successivo interessante evento, gli Stati Uniti dichiararono l’indipendenza nel 1776 e cacciarono gli inglesi. Avendo perso le Americhe, gli inglesi furono costretti a trovare nuove colonie. Quindi, andarono in India ed iniziarono a prendersi una regione dopo l’altra. Lì gli inglesi si imbatterono nelle meraviglie dell’oppio, che ben presto rappresentò il 25% delle entrate dell’Impero britannico. Quindi usarono l’oppio per sconfiggere la Cina. (Gli Stati Uniti pure sfruttarono molto il traffico di oppio, ironia della sorte, acquistarono oppio dalla Turchia (impero ottomano) e lo spacciarono clandestinamente in Cina). Alla fine, le potenze occidentali divennero abbastanza forti da sconfiggere totalmente l’impero ottomano durante la Prima guerra mondiale. Quindi, in sintesi:
1453 : gli ottomani sconfiggono l’Europa
Nei successivi 300 anni: l’Europa si rafforzò col colonialismo nelle Americhe
Nei successivi 150 anni : l’Europa divenne più forte col colonialismo in Asia/Africa.
Anche gli Stati Uniti divennero più forti espandendosi dagli 13 Stati originali a 48 contigui, e poi avventurandosi nel colonialismo ed imperialismo all’estero (conquistando Cuba, Filippine ecc. e sfruttando l’America Latina).
1918 – l’Europa (coll’aiuto dagli USA) sconfisse gli ottomani.
Quindi, vedete, a volte sconfiggere i rivali geopolitici non è una buona idea. Nel 21° secolo, gli Stati Uniti cercano di sabotare il ritorno di Cina e Russia. Ma questo potrebbe costringere la Cina a lavorare di più, a diventare tecnologicamente avanzata e persino a superare gli Stati Uniti. Solo il tempo lo dirà, poiché il senno di poi è sempre facile.

Traduzione di Alessandro Lattanzio