Crea sito

L’esercito degli USA pubblica le immagini di un’arma ipersonica segreta

Sputnik, 08.06.2020

Un giornalista aerospaziale recentemente scopriva alcune immagini sull’account flickr del segretario dell’esercito nordamericano Ryan McCarthy che mostrano il modello di un sistema d’arma ipersonico segreto e materiale associato, rivelando informazioni scioccanti su ciò che il Pentagono chiama “Vintage Racer”. A volte, scattiamo foto e non sempre realizziamo tutto ciò che vi compare, giusto? Questo era il caso di McCarthy, figura civile al vertice dell’esercito degli Stati Uniti, che caricò alcune foto ad ottobre dell’Associazione dei convegni degli Stati Uniti, incontro annuale che si autodefinisce “il massimo sull’esposizione delle forze di terra e sviluppo professionale in Nord America”. Nella foto, il segretario assieme a un partecipante non identificato è davanti un tavolo coperto da oggetti, uno dei quali appare essere il modellino dell’arma ipersonica a lungo raggio (LRHW), missile da Mach 5 costruito dal colosso dell’industria Lockheed Martin. Secondo Lockheed, l’LRHW è specificamente progettato come ultra-manovrabile e lanciato da vettori su veicoli mobili, ma come scopriva Aviation Week, sarebbe destinato a colpire obiettivi mobili nemici. Steve Trimble di Aviation Week ingrandì il volantino di fronte a McCarthy, fornendo alcuni dettagli rivelatori sull’arma. Trimble osservava che il titolo del volantino recita “Panoramica del Racer Vintage – Loitering Weapon System (LWS)” e che ha sei punti: “Ingresso ipersonico”; “Resistenza”; “Periodo sul bersaglio”; “Multiruolo”; “Carico utile modulare”; e “Strategia d’imposizione dei costi”. C’erano altri elementi dal carattere più piccolo non leggibili dalla foto. In fondo, uno slogan parzialmente oscurato che recitava “Long Range, Rapid Ingress”.
Presumibilmente il Racer Vintage sarebbe usato per colpire bersagli mobili con proiettili ultrarapidi, che possono essere sparati a migliaia di miglia di distanza. Trimble in seguito spiegò come funziona la presunta arma, per quanto aveva capito: “immaginate un proiettile ipersonico che disponga (in qualche modo) di un sistema aereo polivalente che bighellona sull’area bersaglio. Questo è ciò che penso sia Vintage Racer”. In altre parole, l’arma sfrutta la super velocità per superare i perimetri della difesa aerea del nemico, quindi dispiega una sorta di sub-munizioni che cercherebbero i bersagli o un qualche dispositivo da ricognizione per localizzare gli obiettivi in movimento ed inoltrare le informazioni sul sito di lancio delle armi da zero in su. Secondo il giornalista, l’unica menzione dell’arma “Vintage Racer” proveniva da un documento di bilancio del febbraio 2020 , che lo definiva “recente storia di successo”. “Vintage Racer ha maturato una capacità avanzata di perseguire obiettivi d’interesse. Il progetto ha validato con successo il design aerodinamico coi test in galleria del vento e ha integrato un sottosistema di guida sugli effetti cinetici mirati prima di culminare in un test di volo per FY [anno fiscale] 2019. La documentazione delle tecnologie e il prototipo sono passati all’esercito nordamericano per ulteriori attività di sviluppo e acquisizione successive “, affermava il rapporto.

Una nuova corsa agli armamenti
Attualmente gli Stati Uniti non hanno un sistema operativo di armi ipersoniche e continuano a rimanere indietro rispetto ad altre potenze, come Russia e Cina. Mosca ha due di queste armi: l’aliante ipersonico Avangard e il missile balistico aerolanciato Kinzhal. Una terza arma, il missile ipersonico sublanciato Tsirkon, fu testato all’inizio dell’anno. La Cina ha anche sfoggiato almeno due armi ipersoniche: il Dongfeng-100 e il DF-ZF, che il Pentagono chiama WU-14. Di recente la Cina aveva lasciato sfuggire l’ammissione su propri programmi di armamento. Mentre Pechino accuratamente evitato di confermare esplicitamente che esiste il missile balistico sublanciato JL-3 (SLBM), avendo fatto solo vaghe dichiarazioni sui test missilistici, gli ingegneri furono recentemente nominati al premio scientifico più importante della Cina, il Premio Nazionale per Eccellenza nell’Innovazione. Il missile presumibilmente ha una gittata di 14000 km, dandogli la possibilità di raggiungere gli Stati Uniti se sparato al largo delle coste cinesi.

Traduzione di Alessandro Lattanzio