Crea sito

Come i MiG terrorizzano la NATO

Boris Egorov, RBTH 06 dicembre 2019

I MiG danno il mal di testa all’alleanza da oltre 70 anni. Non sempre ha saputo trovare una risposta a potenza ed efficacia di questi caccia russi.

1. MiG-15
Uno dei migliori caccia MiG, il MiG-15 è il nonno degli aviogetti sovietici. Con quasi 18000 esemplari costruiti nel mondo, rimane il caccia più potente della storia. Progettato poco dopo la Seconda guerra mondiale, questo aviogetto gli diede i migliori successi durante la guerra di Corea, dove combatté l’F-86 statunitense in numerosi duelli. Questi due aviogetti erano degni avversari: mentre il Sabre era più efficace a bassa quota, il MiG era in vantaggio ad alta quota. Il MiG-15 fu responsabile di uno dei capitoli più oscuri della storia dell’USAF, noto come “giovedì nero”. Il 23 ottobre 1951, i piloti sovietici abbatterono otto bombardieri strategici B-29A Superfortress e due caccia F-84, perdendo un solo aereo.

2. MiG-21
Con 11496 esemplari costruiti, il caccia MiG-21 è l’aviogetto supersonico più prodotto nella storia. Data la produzione in serie, ebbe un prezzo basso. Un MiG-21 costava meno di un veicolo da combattimento della fanteria BMP-1. Il MiG-21 gode di grande popolarità nel mondo ed operò in 65 Paesi. Sebbene il suo primo volo avvenne oltre 60 anni fa, alcuni Paesi (Angola, Egitto, Vietnam ecc.) continuano ad usarlo. Tra i numerosi conflitti e guerre a cui il MiG-21 partecipò, fu la guerra del Vietnam che vide il suo culmine. Completamente superati per numero dall’USAF, i piloti vietnamiti, tuttavia, si dimostrarono eccezionali: 165 vittorie aeree con 65 aerei persi. Il 3 gennaio 1968, il solo pilota Ha Van Chuc entrò in battaglia sul suo MiG-21 contro 36 caccia nordamericani, abbattendo il comandante di stormo.

3. MiG-25
Questo intercettore supersonico fu progettato come contromisura al bombardiere B-58, in grado di sfondare la difesa sovietica e compiere attacchi nucleari. Il MiG-25 doveva anche intercettare il nuovo aereo da ricognizione Lockheed SR-71, sfuggente a MiG-21 e Su-15, che erano in servizio a metà degli anni ’60. La comparsa dell’intercettore sovietico dalla velocità massima di 3000 km/h fu una spiacevole sorpresa per gli statunitensi. Di conseguenza, il Congresso degli Stati Uniti tenne una sessione straordinaria, in cui fu deciso di accelerare il lavoro sui caccia F-14 e F-15. Uno dei tradimenti più dannosi nella storia sovietica è collegato al MiG-25. Nel settembre 1976, il tenente Viktor Belenko disertò in Giappone a bordo di questo aereo. L’intercettore fu smantellato e studiato dagli specialisti nordamericani e poi restituito ai sovietici. Poiché i suoi segreti divennero noti al nemico, l’equipaggiamento del MiG-25 fu sostituito con urgenza.

4. MiG-31
Uno degli aviofetti da combattimento più veloci al mondo (fino a 3000 km/h), il MiG-31 si basa sul MiG-25. A differenza del predecessore è un biposto, con pilota e operatore-navigatore. L’intercettatore può colpire contemporaneamente sei e rintracciare dieci bersagli. Quattro aviogetti MiG-31 controllano un fronte di 1100 km. Alla fine degli anni ’80, i MiG-31 fermarono l’attività dell’aeromobile da ricognizione nordamericano SR-71 Blackbird vicino i confini sovietici. Oggi, l’intercettore opera in Siria, dove accompagna i bombardieri e parzialmente sostituiva l’aeromobile AWACS A-50 nell’individuare gli obiettivi degli attacchi aerei.

5. MiG-29
Uno dei migliori caccia moderni, il MiG-29 è in servizio in 28 Paesi. Questo aereo sovietico può anche essere ritrovato nelle basi aeree statunitensi, nel 1997, la Moldavia ne vendette 21 unità ai nodamericani. Dopo essere stati esaminati, alcuni furono esibiti. Il MiG-29 è il modello base di numerose versioni, come il MiG-29K imbarcato. Questi velivoli sono la principale forza d’attacco della portaerei Vikramaditya e della portaerei Admiral Kuznetsov (insieme al Su-33). Gli episodi in cui il caccia combatté si contano sulle dita di una mano. Il più noto accadde durante la guerra tra Eritrea ed Etiopia (1998-2000). In diversi duelli aerei, il più avanzato Su-27SK etiope (acquistato dalla Russia) sconfisse il MiG-29 degli anni ’80 eritreo, che il Paese acquistò dalla Bielorussia.

Traduzione di Alessandro Lattanzio