Crea sito

La Siria riceve moderni caccia russi MiG-29SMT

Military Watch, 1 giugno 2020

I media siriani riferivano che le forze armate del Paese hanno ricevuto nuovi aerei da combattimento medi MiG-29 di quarta generazione, il 30 maggio, con una cerimonia di consegna presso la base aerea Humaymim nella provincia di Lataqia, dove arrivarono gli aerei. Il rapporto indicava che i piloti siriani avrebbero iniziato ad operare immediatamente sull’aereo. La Siria ha e già due squadroni di caccia MiG-29A, consegnati dall’Unione Sovietica alla fine degli anni ’80 e da allora videro tentativi di modernizzarli. Gli aerei più vecchi erano equipaggiati con missili aria-aria R-77 a guida radar attiva, ma a causa dei maggiori costi operativi non furono ampiamente utilizzati per missioni aria-terra nei nove anni di controinsurrezione nel Paese, coll’Aeronautica Militare favorire gli aviogetti MiG-21 più leggeri e che consumano meno carburante. Sebbene non sia stato confermato quale versione del MiG-29 abbia ricevuto la Siria, si ritiene che i modelli consegnati siano piattaforme MiG-29SMT. La Siria aveva effettuato un ordine per nove velivoli, sebbene le consegne furono ritardate dalla guerra nel Paese. Resta incerto su come il conflitto possa aver modificato l’ammodernamento degli aerei della flotta siriana e se il MiG-29SMT sia acquisito in numero maggiore di quanto previsto. La nuova versione del MiG-29 è molto più potente dei predecessori dell’era sovietica, con un’autonomia accresciuta e versatile per la maggiore capacità di carburante, compatibilità con una gamma di moderne munizioni, radar Zhuk-ME potenziato, più potenti motori RD-33 e un carico bellico maggiore. Il caccia è tuttavia all’estremità inferiore delle piattaforme attualmente in offerta dalla Russia, col nuovo caccia MiG-35 di “generazione 4++” della stessa gamma, ma che vanta capacità di nuova generazione molto più avanzate. La maggior parte dei caccia russi commercializzati oggi per l’esportazione, tuttavia, è costituita da modelli pesanti d’élite come la piattaforma d’attacco Su-34 e la piattaforma da superiorità aerea Su-35, notevolmente più costose da acquisire ed operare del MiG-29.
Confrontando il MiG-29SMT cogli aerei schierati dagli Stati vicini, il caccia può complessivamente sconfiggere i jet F-16C e F-16I che costituiscono la maggior parte delle flotte turca e israeliana. Il MiG-29 è più manovrabile, vola più in alto, porta missili a lungo raggio con testate più pesanti ed è più veloce degli aviogetti monomotore costruiti negli USA e beneficia anche di sistemi di localizzazione a infrarossi di cui mancano i potenziali avversari. Il caccia rimane tuttavia ampiamente superato dai potenti aviogetti israeliani F-15C e F-15I. Secondo quanto riferito, la Siria aveva tentato di acquisire aviogetti pesanti, per poter colmare il divario qualitativo con l’aeronautica israeliana nel modo che il MiG-29 non può, ma gli sforzi per acquistare intercettori d’élite MiG-31 in particolare non riuscirono, per la pressione israeliana sulla Russia. Quali ulteriori acquisti per l’Aeronautica Militare potrebbero seguire il MiG-29SMT resta da vedere, cogli addestratori Jak-130, più MiG-29 e MiG-35 recenti che sono possibili opzioni.

Traduzione di Alessandro Lattanzio