Crea sito

Gli USA spacciano gli aiuti cinesi e russi come stratagemma politico

EDNews, 04.04.2020

Il mondo è intrappolato nelle crisi globali poiché il coronavirus si è diffuso in oltre 180 Paesi. I dati della John Hopkin University mostrano che oltre 1000000 di casi sono stati segnalati nel mondo da dicembre e con un bilancio delle vittime che ha superato i 60800. L’Unione Europea è l’epicentro del coronavirus, mentre alcuni suoi membri, in particolare Italia, Spagna e Germania, con oltre 100 mila casi. Gli Stati dell’Europa occidentale e meridionale, Paesi politicamente, economicamente e tecnologicamente sviluppati e avanzati nel mondo, venivano sconfitti dal virus. È ancora impossibile vedere la solidarietà della comunità internazionale nel promuovere la resistenza comune per sradicare il virus fatale, aspettata da Russia e Cina. Bejing e Mosca s’illustravano nella lotta al virus globale, tenendo l’aiuto ai vari Paesi per salvarli da tale calamità. “L’iniziativa cinese e russa per accelerare gli aiuti ai Paesi colpiti dalla pandemia, anche se esse stesse la combattono, è un esempio d’internazionalismo altruistico raramente visto nella storia”, secondo l’esperto Dennis Etler. Dennis Etler ha condiviso le sue opinioni con Diario d’Eurasia sul ruolo di Cina, Russia e occidente nella lotta alla pandemia di coronavirus. Dennis Etler è un esperto di studi cinesi. Etler conseguì il dottorato in antropologia presso l’Università della California Berkley e svolse ricerche archeologiche e antropologiche in Cina negli anni ’80 e ’90 ed insegnò all’università per oltre 35 anni.

– Signor Dennis, Russia e Cina hanno teso la mano per dare supporto vitale ad Europa e Stati Uniti per combattere il coronavirus. Ovviamente virologi e medici militari russi partecipano alla lotta contro i virus in Italia, inoltre gli italiani beneficiavano delle strutture mediche inviate da Mosca. La Cina già fornì a dozzine di Paesi in Europa, Africa e Asia milioni di maschere, guanti, farmaci e altro materiale medico. Pensa che il ruolo di Russia e Cina nella lotta alla pandemia di coronavirus vada scritto nella storia del mondo?
– L’aiuto materiale e l’esperienza forniti da Cina, Russia e Cuba ai Paesi del mondo che combattono la pandemia di COVID-19 scrive un nuovo capitolo della storia del mondo, ed è pari al Piano Marshall avviato dagli Stati Uniti dopo la Seconda guerra mondiale per sostenere le economie devastate dell’Europa occidentale. Il piano Marshall era necessario per contrastare la grande vittoria dell’Unione Sovietica sul nazismo tedesco ed impedire ai partiti comunisti di avere il controllo politico totale dell’Europa. Gettò le basi del dominio politico, economico e socio-culturale degli Stati Uniti nell’Europa occidentale nella successiva guerra fredda contro Unione Sovietica e blocco socialista dell’Europa centrale e orientale. L’iniziativa cinese e russa degli aiuti ai Paesi colpiti dalla pandemia, anche se esse stesse la combattono, è un esempio di internazionalismo altruistico raramente visto nella storia. Gli Stati Uniti hanno da tempo rinunciato a sostenere gli alleati coll’arrogante atteggiamento politico dell’America First, lasciandoli in difficoltà. Russia e Cina tuttavia affrontano la crisi come aiuto umanitario e non interventismo. Stati Uniti ed alleati abbandonati cercheranno di spacciare gli aiuti cinesi e russi come stratagemma politico per avere influenza. Bene, se l’aiuto umanitario si traduce in influenza politica e buona volontà, è così che dovrebbe essere ed è meritevole. Solo un cinico degradato la penserebbe diversamente.

– Unione europea e Stati Uniti si sono sempre considerati entità sviluppate e prospere. Tuttavia, la rapida diffusione del coronavirus li sconfiggeva nella lotta al virus, dimostrandone l’incapacità d’impedire tale disastro. Secondo lei, qual è la ragione principale di ciò?
– Stati Uniti ed UE si affidavano alle loro riserve politiche ed economiche negli ultimi due decenni per mantenere la rotta e una certa prosperità superficiale. Ma sotto la superficie, austerità neoliberista e tentativi dei neo-con di limitare i programmi del governo a beneficio della gente comune, e promuovere politiche a beneficio delle élite al potere, decimava la rete di sicurezza sociale istituita durante la Grande Depressione degli anni ’30 e dopo la Seconda guerra mondiale. Il mondo occidentale si è esaurito divenendo un colosso con i piedi di argilla. La pandemia si è rivelava a tutti quanto sia corrotto e marcio il nucleo della società occidentale. Non sa proteggere i suoi cittadini da una crisi esistenziale. Il sistema politico occidentale della democrazia borghese competitiva non può far fronte al mondo moderno e alle sue sfide. Non funziona e non risponde a volontà e bisogni della gente ed è asservita solo una piccola minoranza oligarchica di titani corporativi corrotti e loro lacchè. La Cina ha dimostrato come un governo che rappresenta veramente gli interessi del popolo reagisce a una crisi sociale, mobilitando risorse e popolazione nel combattere come fronte unito il nemico, che sia un virus o minaccia militare. La Cina ha mostrato al mondo un modello di governo capace di rispondere alle molteplici crisi del 21° secolo. L’occidente è una forza esaurita, politicamente, economicamente e socialmente.

– La comunità d’intelligence statunitense ha concluso in un rapporto riservato alla Casa Bianca che Bejing copre i casi e i decessi subiti dalla malattia. Cosa puoi dire al riguardo?
– La CIA è una fabbrica di disinformazione, che evoca storie proprio per la sua guerra di propaganda contro Cina, Russia e qualsiasi altra nazione che resiste alla sua aggressione. Mentre il bilancio delle vittime statunitensi di COVID-19 eclissa quello della Cina, all’improvviso i media occidentali sono inondati da storie che mettono in dubbio la vittoria cinese sull’epidemia. Questo è chiaramente un tentativo di denigrare la Cina e nascondere dal fallimento di Stati Uniti ed alleati nel prepararsi e combattere la pandemia. La CIA è nota per mentire, imbrogliare e rubare, come ammise il suo ex-capo Pompeo. Gli Stati Uniti entrarono in guerra numerose volte sulla base della disinformazione della CIA. Come se ne può prendere l’autonarrativa sul serio?

– Secondo alcuni media, la pandemia di coronavirus porterà al nuovo ordine mondiale plasmando il futuro? Qual è la sua opinione sulla governance globale che potrebbe esserci a causa del virus?
– Contrariamente al pio desiderio di capi statunitensi come Wilbur Ross che COVID-19 porterebbe alla scomparsa della Repubblica popolare cinese e al rilancio della produzione nordamericana, è accaduto esattamente il contrario. La Cina ha reagito tornando alla normalità mentre l’occidente affronta una crisi esistenziale. Una volta passata la buriana il mondo sarà completamente diverso. L’occidente non sparisce gemendo o col botto, ma tossendo.

Traduzione di Alessandro Lattanzio