Crea sito

La difesa aerea siriana blocca lo spazio aereo siriano

Dimpe News

I radar siriani avevano rilevato 6 caccia F-16, 4 caccia Phantom e 6 droni turchi a 10 chilometri dal confine turco-siriano. Cercavano d’infiltrare la difesa aerea siriana per penetrare nello spazio aereo della Siria. Ma alla fine volarono vicino non osando violare il confine. Tramite i dispositivi, i velivoli turchi furono monitorati dalle batterie dei sistemi missilistici siriani e sarebbero diventati un obiettivo molto facile. Allo stesso tempo, i sistemi di difesa aerea della base aerea russa di Humaymim di Lataqia rilevarono un aereo AWACS nordamericano che volava nello spazio aereo turco, èer la prima volta dalla fine della guerra fredda. Sembra che la NATO abbia esaurito tutte le opzioni e l’unica rimasta sia usare gli aerei turchi come esche dei missili siriani per testarne la prontezza.
Recenti dichiarazioni russe chiariva a chi sperava d’infrangere la tecnologia antiaerea russa. La Turchia sarà un buon esempio da evitare per chi vorrebbe un confronto diretto con la Russia. Da un po’ di tempo, un altro drone turco tipo “Bairaktar” fu abbattuto a Idlib. In totale, la difesa aerea siriana aveva abbattuto 16 droni turchi “Bayraktar” e TAI Anka su Idlib.

Traduzione di Alessandro Lattanzio