Crea sito

F-16 turco abbatte elicottero siriano su Idlib

Military Watch 12 febbraio 2020

Tra le continue ostilità a basso livello tra l’Esercito arabo siriano e le forze armate turche, queste ultime che hanno vasta presenza militare illegale nella provincia d’Idlib, secondo quanto riferito, un F-16 turco abbatteva un elicottero Mi-17 siriano operante nell’area l’11 febbraio. Secondo quanto riferito, il velivolo fu abbattuto da un missile aria-aria AIM-120 AMRAAM da una distanza di circa 60 km. La Turchia appoggia una serie di milizie jihadiste ad Idlib, l’ultima grande roccaforte dell’insurrezione islamista in Siria. La protezione turca a un certo numero di gruppi affiliati ad al- Qaida effettivamente ne impediva la cacciata da parte delle forze siriane e prolungava la guerra nel Paese.
Il video del Mi-17 abbattuto fu ripreso dai terroristi a terra, ma il momento in cui fu colpito non fu ripreso lasciando la natura dell’attacco ambigua. Numerose notizie da fonti russe indicavano che si pensava che l’elicottero fosse stato attaccato da un caccia turco decollato dalla base aerea di Incirlik, dove sono basati gli F-16 che abbatterono un caccia russo nel 2015. Il Mi-17 operava sul territorio siriano, il che significa che se fosse stato un attacco turco costituirebbe un altro atto illegale di aggressione di Ankara. Le forze siriane non effettuavano alcun attacco sul territorio turco e devono ancora rispondere alle operazioni turche sul loro territorio. La Russia ha cercato di mediare il conflitto tra le due parti, ma a volte schierava i suoi avanzati caccia pesanti Su-35 in Siria per intercettare le incursioni turche nello spazio aereo siriano e gli attacchi ai militari siriani.

Traduzione di Alessandro Lattanzio